Consulenti: a ING premio Abi per l’innovazione su progetto per giovani professionisti

23 Marzo 2022, di Valentina Magri

La banca olandese ING, leader in Italia per numero di clienti (oltre 1,2 milioni) si è aggiudicata il premio Abi per l’innovazione 2022 nella categoria “Digital Transformation – Canali” grazie al progetto “Financial Coach ING: una nuova generazione di consulenti finanziari nativi digitali”. Che nasce dalla convinzione che nessuno meglio di giovani laureati “nativi digitali” possa guidare l’evoluzione dei risparmiatori in investitori in ottica digitale.

In particolare, ING è stata premiata per “per aver realizzato un nuovo modello che unisce i vantaggi di un advisory digitale con il valore della relazione umana, riuscendo a conciliare recruiting, formazione di alta qualità, forti requisiti tecnologici di compliance e controllo e l’inserimento nel mondo del lavoro di giovani nativi digitali”. Questi ultimi sono sempre stati a cuore a ING: il country manager di ING Italia Alessio Miranda già lo scorso ottobre aveva raccontato ai microfoni di Wall Street Italia dell’impegno della banca di selezionare e formare giovani nativi digitali.

In cosa consiste il progetto Financial Coach di ING

Il progetto “Financial Coach ING: una nuova generazione di consulenti nativi digitali” prevede l’inserimento di giovani advisor qualificati con una naturale propensione al pieno utilizzo dei device digitali con età media di 29 anni (contro i 49,5 della media italiana della consulenza). Per prepararli all’esame da consulente finanziario, è stata creata una Financial Academy dedicata in collaborazione con la SDA Bocconi. Con ottimi risultati: il 90% dei Financial Coach supera l’esame al primo tentativo, con un voto medio di 92 su 100.

Sotto il profilo salariale, la retribuzione è piatta indipendentemente dal prodotto selezionato, antepone i bisogni del cliente e rafforza ulteriormente la relazione di fiducia con il Financial Coach. La rete di Financial Coach adotta un approccio digitale, di grande empatia, per unire i vantaggi di My Money Coach (il roboadvisor di ING per la consulenza sulla gestione del risparmio) e il valore della relazione umana, oltre che di tipo  “everytime, everywhere” per rispondere ad ogni esigenza del cliente abbattendo di fatto la distinzione tra fisico e digitale.

I risultati del progetto Financial Coach ING

Nel 2021 la rete dei Financial Coach ha contribuito in maniera significativa alla crescita delle masse in gestione della banca, per più di 600 milioni di euro, aumentando la raccolta del 110% rispetto al 2020 e inserendo 50.000 clienti nei portafogli gestiti. Inoltre con questo progetto, ING  contribuisce al ricambio generazionale nel settore della consulenza finanziaria: dall’inizio del percorso sono state formate più di 300 persone, inserendo più di 100 consulenti in rete. L’obiettivo è quello di arrivare a 300 nuove leve su tutto il territorio italiano entro il 2023.

Il problema del ricambio generazionale nella consulenza finanziaria

Quello del ricambio generazionale è un problema atavico della consulenza finanziaria italiana.  Secondo una stima dei recenti dati dell’Albo dei consulenti finanziari (OCF), oltre il 60% dei consulenti sono ultracinquantenni, il 27% hanno 40-50 anni e solo il 15% sono under 40, di cui due terzi sono uomini. Pertanto, gli under 40 sono meno degli over 50.

Gli altri premiati da Abi

Oltre al progetto Financial Coach di ING, Abi (Associazione Bancaria Italiana) il 21 marzo scorso ha assegnato anche i premi:

  • Innovazione per il Data Driven Banking a Salvaguardia, presentato da BNL Gruppo BNP Paribas;
  • Innovazione per la Digital Transformation – Processi interni alla Inventory Chain Platform, presentato da Credito Emiliano;
  • Innovazione per il Cliente Retail a Credit Express Dynamic Instant Lending, presentato da Unicredit;
  • Innovazione per i Clienti Corporate a Evoluzione Sostenibile, presentato da Crédit Agricole Italia;
  • Innovazione per gli Ecosistemi a Framework Open Banking per Imprese, presentato da Intesa Sanpaolo;
  • Innovazione per gli Ecosistemi a  BNL Abito, presentato da BNL Gruppo BNP Paribas;
  • Innovazione per la Sostenibilità a Flowe, presentato da Banca Mediolanum.
La giuria ha inoltre assegnato una menzione speciale ai progetti:
    • Tra Territorio e Cloud: l’omnichannel campaign, presentato dal Gruppo BCC;
    • Popol Art/Revolution, l’Arte in BPPB, presentato da Banca Popolare di Puglia e Basilicata;
    • BeFair, presentato da Intesa Sanpaolo.

Ricordiamo che il premio Abi dedicato all’innovazione si inserisce nell’ambito del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), un’iniziativa promossa dal Governo italiano, per premiare coloro che si sono distinti per l’azione innovativa, le competenze creative, la capacità continua di risoluzione dei problemi, l’interazione e il coinvolgimento evoluto degli utenti per ottimizzare sistemi, processi, operazioni e rispondere alla crescente velocità e complessità dei mercati.