In smartphone e tablet più germi che nei bagni

17 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Gli smartphone, i tablet, le tastiere e tutto quello che può essere definito tecnologico, potrebbero nascondere dei seri rischi per l’igiene e anche causare vomito, diarrea e persino infezioni. La causa? I germi.

Lo riporta il Telegraph, che spiega che lo stile di vita frenetico che abbiamo oggi giorno e che ci porta a fare più cose contemporaneamente non è del tutto sano e pulito. Ad esempio un iPad può contenere fino a 600 staphylococcus aureus ovvero uno dei tanti batteri, non proprio amichevoli.

James Francis, il microbiologo che ha condotto la ricerca, ha dichiarato: “seicento unità su un dispositivo di plastica di qualsiasi tipo è un numero incredibilmente alto e indica che le persone non si lavano molto le mani. Nell’industria del cibo se si arriva anche a sfiorare quei livelli, si accompagna la persona fuori dal locale a lavarsi le mani”

Alcuni test hanno rilevato anche che su un tablet, quattro smartphone e cinque tastiere vi erano più batteri, 15 mila, di quelli che si trovavano in un bagno, 10mila. Inoltre è stato rilevato che la gente, soprattutto tra i 18 e i 24 anni, è così dipendente dagli smartphone da portarseli con sè anche in bagno.