Ilva: “non svendiamo, lavoratori non saranno abbandonati”

di Redazione Wall Street Italia
17 Dicembre 2014 11:02

ROMA (WSI) – Il premier Matteo Renzi ha detto oggi ai senatori del Pd che la questione dell’Ilva di Taranto sarà affrontata in un decreto legge al Consiglio dei ministri del 24 dicembre.

Lo ha riferito a Reuters una fonte del partito. Non c’è tempo da perdere: il 29 Eni chiuderà i rubinetti del gas per i mancati pagamenti.

Sempre sull’Ilva il senatore del Pd Francesco Russo, che partecipa all’assemblea ha twittato, mentre questa era ancora in corso: “Non possiamo abbandonare i lavoratori o veder svendere #Ilva al primo privato che vuole approfittarne @matteorenzi @SenatoriPD”, con riferimento al discorso che il premier ha tenuto ai suoi parlamentari.

L’atteso decreto ad hoc del governo, che dovrebbe modificare la cosiddetta legge Marzano, serve per raccordare la normativa sull’amministrazione straordinaria e quella sui siti industriali strategici, la cosiddetta Salva-Ilva.

In questo modo il nuovo commissario straordinario avrebbe pieni poteri nella creazione di una bad company a cui affidare il peso di eventuali risarcimenti e contenziosi per l’inquinamento prodotto in decenni da Ilva a Taranto, e potrebbe scavalcare definitivamente gli attuali proprietari dell’azienda, cioè le famiglie Riva (90% del capitale) e Amenduni (10%).

Fonte: Reuters

(DaC)