Il guru di Obama alle dipendenze di Monti

23 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – E’ David Axelrod il consigliere che sta suggerendo a Mario Monti come affrontare la sfida delle urne. Axelrod è stato a Roma dieci giorni fa: Palazzo Chigi conferma l’incontro.

“Sono stato a Roma per un giorno su richiesta della mia ex società di consulenza – ci spiega Axelrod con una email – per offrire le mie valutazioni e osservazioni” al premier Monti.

Axelrod è il più stretto consigliere di Obama e la sua ricetta politica ha tre tasselli: impegno per il cambiamento, attacchi pungenti dell’avversario e uso dei social network.

Cio’ che distingue Axelrod, classe 1955, e’ l’aver trovato la formula che porta i bianchi a votare per un afroamericano. Vi riusci’, per la prima volta, nella coampagna elettorale 2006 che fece diventare Deval Patrick governatore dle Massachussetts.

“Cio’ che mi attrasse in Patrick sono le stesse caratteristiche che mi hanno attratto in Obama – ha spiegato Axelrod a “The Politico” – l’approccio all’impegno pubblico non come una professione, la volonta’ di andare oltre gli schemi dell’iperfaziosita’ della politica e gli interessi particolari, l’essre portatori di un vero cambiamento” capace di unire la nazione.

Continua a leggere sulla versione digitale del quotidiano La Stampa.

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da La Stampa – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © La Stampa. All rights reserved