Hedge fund: “chance che Borsa faccia crac stanno aumentando”

11 Luglio 2017, di Daniele Chicca

Le possibilità che la Borsa faccia presto crac stanno aumentando. Lo sostiene Crispin Odey, gestore di un grande fondo hedge che confermando le sue puntate ribassiste sull’azionario ha guadagnato un bel po’ di soldi per il secondo mese consecutivo.

Odey ha citato una miscela pericolosa rappresentata dal rallentamento della crescita dell’economia parallelo alla normalizzazione dei tassi di interesse e dalla graduale fine delle politiche monetarie accomodanti da parte della Federal Reserve.

Nella sua ultima lettera ai clienti investitori, il gestore di Odey Asset Management (6 miliardi di dollari di attivi in gestione) ha spiegato che il ciclo creditizio alimentato dalle politiche monetarie ultra espansive ha raggiunto il suo punto massimo e che nei settore retail, automobilistico, delle materie prime e industriale il rallentamento dell’attività è diffuso.

Al contrario delle fasi di ribasso passeggere viste in Borsa nella fase di ripresa successiva alla grande crisi finanziaria del 2008, in questo caso le banche centrali non saranno disponibili a stampare denaro e iniettare liquidità nel sistema per sostenere i mercati finanziari.

“Stavolta stanno facendo l’opposto” e questo con ogni probabilità finirà per intensificare il trend negativo in Borsa, ha sottolineato il manager del fondo hedge con sede a Londra. “Tutto questo fa pensare che il divertimento sia finito per i mercati azionar. Quando guardo all’andamento dei prezzi da quando Trump è stato eletto presidente, non vedo altro che il passo di un uomo ubriaco“.