“Grexit”, poi “Graccident”. E ora Citi conia “Grimbo”

23 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il termine più comune utilizzato per esprimere i timori sulla Grecia è sicuramente “Grexit”: la parola indica quello scenario in cui il paese uscirebbe dall’euro.

Ma con il protrarsi della crisi sono saltati fuori altri modi di dire, diventati così popolari, da diventare hashtag su Twitter. E’ di qualche giorno fa il termine Graccident, coniato da El-Erian, che ha descritto il rischio che si verifichi un incidente che farebbe uscire di scena Atene dal teatro dell’Eurozona, non attraverso un processo decisionale ben definito, ma a causa appunto di un “grande incidente”. El Erian parla di una “tragedia economica greca in 11 atti”.

E oggi, in una nuova nota dal titolo “Greece: Running Out of Money, Ideas, Time and Patience” – Grecia, stanno scadendo soldi, idee, tempo e pazienza – Citi conia la parola “Grimbo”, facendo riferimento alla situazione in cui il paese rischia di rimanere invischiato.

Nel report Citi scrive: “Nel corso del tempo, la situazione di liquidità sotto stress e le notevoli restrizioni imposte sulle banche sul ritiro dei depositi si potrebbero tradurre in un aumento significativo delle pressioni sul governo, rendendo probabili nuove elezioni. Ciò potrebbe dare il via a un mandato per un nuovo accordo di salvataggio con l’Eurozona, o porre le basi per un Grexit finale, lasciando (comunque) la Grecia in un limbo, per un periodo di tempo prolungato” .(Lna)

(in fase di scrittura).