Francia vuole che Europa paghi per i suoi sussidi

18 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

PARIGI (WSI) – La Francia ha un sogno: condividere con gli altri paesi europei i costi per gli ammortizzatori sociali e i sussidi di disoccupazione, che a Parigi costano un occhio della testa ogni mese.

Il Ministro francese delle Finanze Pierre Moscovici ha proposto di lanciare un sistema di copertura unico per i disoccupati in Europa.

La Francia sta incontrando enormi difficoltà a coprire gli elevati costi della disoccupazione. Con questo nuovo sistema, i soldi dei contribuenti della ricca Germania verrebbero utilizzati per aiutare il governo di Parigi a sostenere il reddito di coloro che si trovano involontariamente in una situazione di disoccupazione.

Moscovici ha anche lanciato un appello per un “budget sovranazionale molto forte”. In un periodo di prosperità e crescita, difficilmente la proposta sarebbe accolta con favore in Germania. Figuriamoci adesso, con l’area euro ancora in piena crisi e a meno di una settimana dalle elezioni. Le possibilità che la Cancelliera Angela Merkel conceda un’apertura sono ridotte al lumicino.

Il numero di disoccupati in Francia ha raggiunto un nuovo record a giugno, compromettendo la possibilità che si realizzino le promesse del presidente Francois Hollande di ridurre la disoccupazione entro fine anno. Il numero totale dei disoccupati è salito al nuovo massimo di 3 milioni e 279.400.