Fisco: su rendite finanziarie e Imu pressione aumentata

21 Settembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Con il governo Renzi è aumentata la tassazione delle rendite finanziarie di circa 2,6 miliardi di euro, l’Imu sui terreni montani (268,7 milioni), la tassazione sui fondi pensione (260 milioni di euro) e sui capitali percepiti sulle assicurazioni vita (150 milioni), nonché sul Tfr (140 milioni). A dare i numeri è la CGIA di Mestre che tuttavia intravede uno spiraglio di luce per famiglie e imprese.

L’Ufficio Studi dell’associazione degli artigiani ha analizzato tutti i provvedimenti normativi del governo guidato dall’ex sindaco di Firenze e il responso è chiaro: questo Esecutivo ha ridotto le tasse sia sulle famiglie, per un importo di 7,1 miliardi, sia sulle imprese, per 8,3 miliardi di euro.

Una buona parte delle famiglie, ad esempio, ha beneficiato del bonus Irpef dal 80 euro al mese, del bonus bebè, delle deduzioni Irpef per la locazione delle nuove abitazioni, della riduzione della cedolare secca per le locazioni a canone concordato e infine delle detrazioni fiscali per gli inquilini degli alloggi sociali.

Come contraltare tuttavia è aumentata la tassazione delle rendite finanziarie (2,6 miliardi di euro), l’Imu sui terreni montani (268,7 milioni) il peso del fisco sui fondi pensione (260 milioni di euro), sui capitali percepiti sulle assicurazioni vita (150 milioni), e sul Tfr (140 milioni).

(DaC)