FinTech e Intelligenza Artificiale: come cambia la finanza

13 Dicembre 2018, di Alessandra Caparello

L’ecosistema finanziario sta radicalmente cambiando e questo per effetto dell’avvento del Fintech.  Sono circa 11 milioni gli italiani che hanno utilizzato almeno una volta nel 2018 un servizio fintech o insurtech, in forte crescita rispetto a quanto registrato un anno fa (+54%), quando la percentuale si attestava sul 16%. A dirlo l’ultima ricerca dell’Osservatorio Fintech & Insurtech della School of Management del Politecnico di Milano secondo cui i servizi più diffusi tra gli italiani sono mobile payment, gestione del budget personale e trasferimenti di denaro fra privati.

Il digitale sta rivoluzionando l’ecosistema finanziario italiano, favorendo la nascita di attori innovativi, facendo emergere nuove esigenze della clientela e nuove forme di relazione tra utenti, imprese, istituti finanziari e assicurativi.

Così Marco Giorgino, responsabile scientifico dell’Osservatorio Fintech & Insurtech. Il Fintech, la tecnologia finanziaria è entrata prepotentemente anche in banca costringendo così gli istituti a svecchiarsi in nome dell’innovazione.  E per emergere sui concorrenti, molti istituti stanno applicando al fintech anche i sistemi di intelligenza artificiale. Molte imprese fintech hanno abbracciato l’intelligenza artificiale e la utilizzano nella gestione dei dati ma ora anche le banche cercano di tenere il passo.

Secondo lo studio recente di Roland Berger dal titolo “The digitalization race: can financial service providers hack the pace? Third European Retail Banking Survey – Findings and recommendations”, che ha coinvolto 60 banche dislocate in tutta Europa, emerge che il 50% di esse crede che la vera “spinta” verso l’innovazione arriverà proprio dall’Intelligenza Artificiale. Utilizzando tecnologie come quelle di IA, gli operatori hanno la possibilità di raccogliere, analizzare ed elaborare una consistente quantità di dati in varie forme, per poi tradurli in informazioni più approfondite per migliorare l’efficacia e la qualità dei servizi offerti. Qualche esempio di utilizzo dell’Ia lo si ha in termini di miglioramento della user experience del cliente, con i chatbot, assistenti automatici che forniscono agli utenti le risposte ai loro problemi tramite un sistema di messaggistica online istantanea. Ma per le banche, i sistemi di AI vengono utilizzati anche per tenere sotto controllo comportamenti sospetti nelle movimentazioni o per segnalare possibili attività di riciclaggio di denaro. In generale sul potenziale del Fintech e dell’IA emblematiche le parole di Paolo Ciocca, commissario Consob, che ha coordinato un seminario sulla Financial technology durante il Consob Day a Piazza Affari, riportate da Sole 24 Ore.

Il FinTech, e l’innovazione tecnologica in senso lato, sono un’opportunità, un volano per il mercato finanziario