Fed taglia i tassi dello 0,25% negli Usa, costo del denaro al 2,25%

31 Luglio 2019, di Massimiliano Volpe

Al termine della due giorni di meeting della Fed, il governatore Jerome Powell ha annunciato un taglio dei tassi di interesse negli Usa dello 0,25%, potandoli nel range 2-2,25%.

Si tratta del primo intervento al ribasso dal dicembre 2008 ovvero da quando l’allora governatore Ben Bernanke, nel pieno della crisi dei mutui subprime, portò il costo del denaro praticamente a zero.

Ma il quadro economico attuale appare completamente diverso. Oggi la congiuntura Usa cresce al ritmo di oltre il 2% e l’intervento sui tassi sembra una misura preventiva, per scongiurare l’impatto della guerra dei dazi sull’economia Usa alla vigilia del 2020 quando si terranno le prossime presidenziali.