Elezioni Usa: “finalmente establishment verrà distrutto”

15 Marzo 2016, di Daniele Chicca

NEW YORK (WSI) – A volte bastano poche parole per rendere bene il significato di un concetto e nel caso del maestro dei “cigni neri” Nassim Taleb, riassumere il caos che permea gli Stati Uniti d’America e le prossime elezioni è molto semplice.

“L’establishment, composto dai giornalisti, dalle teste vuote che spacciano cavolate con parole altisonanti, dai burocrati, dai lobbisti, dai mezzi-intellettuali delle colonne del New Yorker, dagli abiti eleganti vuoti, dai cacciatori di poltrone a Washington e da altri ‘benpensanti’ membri delle élite non riesce a rendersi conto di quello che sta succedendo e della sterilità degli argomenti che vengono trattati” *.

È in questo modo che Taleb riassume la sfida alla presidenza degli Stati Uniti in corso. Le primarie del partito Repubblicano, in particolare, sono state criticate per la vuotezza delle questioni dibattute e la pochezza delle idee politiche dei suoi candidati, che si caratterizzano per grandi parole ma mancanza di spessore.

Il filosofo, matematico finanziario e saggista di origini libanesi riassume in sole 18 parole succinte, ma piene di significato cosa sta accadendo in realtà negli Stati Uniti e perché i cittadini e iscritti ai partiti Democratico e Repubblicano potrebbero eleggere per la prima volta non uno ma due candidati anti establishment, che potrebbero nuocere a Wall Street e all’economia ultra liberale americana, verso un pericoloso protezionismo.

“La gente non sta votando per Trump (o Sanders). La gente sta votando per distruggere, finalmente, l’establishment“, si legge come conclusione alla nota lascita da Taleb nella sua pagina Facebook.

Nalib, ex gestore di hedge fund, è famoso per il suo libro sui Cigni Neri, giudicato uno dei testi più influenti dal Dopo Guerra a oggi, in cui vengono teorizzati nuovi sistemi anti crisi e in cui vengono aspramente criticati i metodi di gestione dei rischi utilizzati dai mercati finanziari che sono alla base delle crisi finanziarie ed economiche scoppiate negli anni 2000.

È un sostenitore di una società più robusta di quella attuale, he riesca a resistere agli eventi impossibili da prevedere, chiamati anche cigni neri. La sua proposta è quella di creare sistemi di difesa anti-fragilità e anti-crisi: si tratta di una struttura che fornisca alla società la capacità di beneficiare di una serie di eventi casuali, di errori e di volatilità imprevedibile, per poi poter tornare a crescere.

Fonte: profilo Facebook di Nassim Taleb

* Traduzione dichiarazioni: Fa Ranco per Come DonChisciotte