Effetto Cipro in Europa: corsa a moneta virtuale

21 Marzo 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Un fenomeno mai visto prima si sta verificando in Europa. Tre App relative alla moneta virtuale Bitcoin sono balzate nelle classifiche degli acquisti sui dispositivi portatili come smartphone e tablet.

Il boom e’ iniziato proprio in corrispondenza della notizia del prelievo forzoso imposto da Cipro sui conti bancari dell’isola per poter ricevere 13 miliardi di dollari di aiuti internazionali.

“Visto quanto accaduto a Cipro, e’ un fenomeno assolutamente prevedibile e razionale”, dice a Bloomberg il numero uno del broker ConvergEx, Nick Colas. “Se si vuole avere un’idea dello stress a cui sono sottoposti i risparmiatori europei, basta guardare l’andamento dei prezzi del Bitcoin”.

Come dimostra il grafico a fianco, il valore della valuta virtuale e’ aumentato di quasi il +30% in due giorni. “Il 100% di questo fenomento e’ dovuto agli eventi di Cipro. Significa che gli europei sono emotivamente provati”, ha chiosato Colas.

“I cittadini europei fanno bene ad avere paura per i loro risparmi”, ha avvisato l’economista tedesco Peter Bofinger, in un’intervista concessa allo Spiegel Online.

Il prezzo del Bitcoin e’ salito da 37 euro a piu’ di 50 negli ultimi due giorni. E i volumi sono letteralmente schizzati al rialzo.
[ARTICLEIMAGE]
I dati sulle App scaricate mostra, invece, che nonostante quanto successo nel 1992, al contrario degli spagnoli gli italiani non sono ancora pronti per abbandonare le banche commerciali tradizionali.

Quell’anno, al loro risveglio, trovarono ad aspettarli una brutta sorpresa: il governo Amato aveva imposto una tassa una tantum sui loro conti bancari, volta a rincicciare le finanzee pubbliche del paese.

Il Bitocin e’ una moneta elettronica creata nel 2009. Non fa uso di un ente centrale, bensi’ si serve di un database distribuito in rete, dove viene tenuta traccia delle transazioni. Il nome fa riferimento al software open source progettato per implementare il protocollo e le connessioni peer-to-peer che ne risultano.