Disoccupazione senza freni, balza al 13%. Record da novembre 2014

30 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Nessuna inversione di tendenza per il mercato del lavoro in Italia. Stando a quanto ha comunicato l’Istat, nelle sue stime provvisorie, il tasso di disoccupazione è balzato a marzo al 13%, al record dal novembre del 2014 (13,2%), e rispetto al 12,7% di febbraio. L’aumento è di 0,2% su base mensile e +0,5% su base annua.

L’esercito dei disoccupati conta ora 3 milioni e 302.000 unità. A marzo, precisamente, il numero degli occupati è calato di 59.000 unità su base mensile.

“E’ presto per vedere i risultati del Jobs act”, hanno detto i tecnici dell’Istat, sottolineando che il provvedimento è entrato in vigore “il 6 marzo e per far ripartire il mercato del lavoro ci vuole tempo”.

A essere salita è stata anche la disoccupazione giovanile, che a marzo si è attestata aòl 43,1, contro il 42,6% del mese precedente.