Onu, Trump minaccia di “distruggere completamente” la Corea del Nord

19 Settembre 2017, di Alberto Battaglia

“L’uomo missile è in una missione suicida”, così il presidente americano Donald Trump ha descritto al Consiglio di Sicurezza Onu le ultime mosse del dittatore nordcoreano Kim Jong-un, attivo in un programma nucleare che potrebbe mettere a repentaglio, una volta ultimato, non solo i Paesi vicini, ma anche gli stessi Stati Uniti. “Rocket man”, così Trump soprannomina Kim, minacciando di “distruggere completamente” la Corea del Nord se il Paese dovesse superare il limite.

“E’ un oltraggio che alcune nazioni non solo commercino con un regime del genere, ma che sarebbero pronte ad armare, e fornire supporto finanziario a un Paese che mette in pericolo il mondo con un conflitto nucleare. Nessuna nazione sulla terra ha interesse a vedere questa banda di criminali armarsi con armi nucleari e missili”, ha detto Trump nel corso del suo intervento al Palazzo di Vetro di New York, probabilmente riferendosi alla Cina, unico alleato di Pyongyang e principale partner commerciale.

E poi, l’affondo netto del presidente Usa: “Gli Stati Uniti hanno grande forza e pazienza, ma se sono costretti a difendere se stessi e i loro alleati, non avremo altra scelta se non per distruggere completamente la Corea del Nord”. Un extrema ratio che Trump spera di non dover adottare: “Gli Stati Uniti sono pronti, determinati e in grado, ma auspicabilmente questo non sarà necessario”.

Finora i provvedimenti contro il regime si sono limitati a quelli di natura economica, ma Kim ha ribadito che questo non sarà assolutamente d’aiuto per cambiare l’agenda nucleare di Pyongyang. In merito, Trump ha voluto ringraziare il supporto di Russia e Cina, i Paesi più vicini a Kim, sul nuovo pacchetto di sanzioni, “ma dobbiamo fare molto di più”, ha aggiunto: “è tempo per tutte le nazioni di lavorare assieme per isolare il regime di Kim finché non cesserà il suo comportamento ostile”.