Bund: tassi 10 anni crollano ai minimi di sempre

19 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Rientra la tensione sul mercato dei titoli di Stato europeo dopo il nervosismo di ieri.

Il tasso di interesse sul Bund tedesco a 10 anni cala nettamente in avvio, toccando il nuovo minimo storico ancora sulla scia dell’asta record di ieri.

Sul mercato secondario il bond di riferimento della Germania presenta un rendimento dello 0,172%.

Dopo qualche tensione nella seduta di ieri tornano le vendite anche sui bond governativi di paesi come Italia e Spagna.

Il Btp decennale italiano torna a mostrare un rendimento inferiore all’1,30% attestandosi all’1,23% con uno spread a 106 punti.

I bond stanno diventando sempre meno attraenti a favore dei titoli azionari. Come sottolineano i money manager ormai il mercato obbligazionario offre rendimenti molto bassi, con spread del credito e tassi di interesse ai minimi storici.

“Gli investitori – dice a Milano Finanza il gestore di Euromobiliare Filippo Casolari – sono progressivamente portati a cercare rendimento attraverso asset potenzialmente più remunerativi ma più rischiosi, come appunto investimenti azionari”.

Il contratto scambiato sull’Eurex di Francoforte ha aperto la seduta a 158,73 punti, ha quindi oscillato tra un minimo di 158,73 e un massimo di 159 punti per portarsi ora intorno ai 158,80 punti, in flessione dello 0,13% rispetto alla chiusura di ieri.

(DaC)