Borse tese nel “giorno di fuoco”: ondata di trimestrali

27 Luglio 2017, di Daniele Chicca

Per i mercati, gli analisti e il mondo aziendale quella di oggi è una giornata di fuoco: il numero di società importanti che riportano i conti è senza precedenti su entrambe le sponde dell’Oceano Atlantico. In Europa pubblicano la trimestrale Volkswagen, Deutsche Bank, Roche e Shell e in tutto 80 gruppi quotati dell’indice EuroStoxx 600. Volkswagen è nel bel mezzo di una nuova crisi sulla vicenda della manomissione dei software per truccare i test sulle emissioni inquinanti ed anche finita nell’occhio del ciclone insieme ad altre quattro compagnie automobilistiche tedesche (Audi, BMW, Porsche e Daimler), tutte accusate dallo Spiegel di aver formato dagli Anni 90 un cartello oligopolista in Germania.

Sempre in ambito di gruppi che sono chiamate all’appuntamento con le trimestrali, Shell continua a dover fare i conti con prezzi del petrolio bassi, mentre tassi zero e la debolezza delle attività di trading nel reddito fisso minacciano la redditività di Deutsche Bank, che deve fare i conti peraltro con problemi legali e una montagna di derivati. Negli Stati Uniti soltanto prima del suono della campanella riportano i conti trimestrali colossi come ConocoPhillips, Verizon, Twitter e Procter & Gamble. Alla chiusura sarà la volta di Intel, StarbucksAmazon e tanti altri.

Restando in Usa la riunione monetaria della Federal Reserve non ha riservato grosse sorprese con la banca centrale che ieri ha lasciato i tassi dove sono e ha annunciato che ridurrà presto il suo bilancio ‘monstre’ da 4.500 miliardi di dollari. L’unica novità riguarda i toni utilizzati da Janet Yellen, che si possono ritenere più accomodanti del previsto: ridanno speranza a coloro i quali sperano che il rialzo dei tassi guida venga rimandato a 2018. Il mercato punta ancora su una stretta a dicembre.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 27 Luglio 20179:21

A spingere i mercati azionari oggi contribuiscono le parole da “colomba” pronunciate ieri da Janet Yellen. La presidente della Fed non ha alcuna fretta di imporre una stretta monetaria dopo le tre nel giro di pochi mesi a cavallo tra dicembre 2016 e giugno 2017. Il motivo principale: l’inflazione si sta allontanando dall’obiettivo del 2% della banca centrale americana. 

Daniele Chicca 27 Luglio 20179:22

A spingere i mercati azionari oggi contribuiscono le parole da “colomba” pronunciate ieri da Janet Yellen. La presidente della Fed non ha alcuna fretta di imporre una stretta monetaria dopo le tre nel giro di pochi mesi a cavallo tra dicembre 2016 e giugno 2017. Il motivo principale: l’inflazione si sta allontanando dall’obiettivo del 2% della banca centrale americana. Prima di fine anno, tuttavia, molto probabilmente a dicembre, c’è da aspettarsi un altro rialzo dei tassi.

Daniele Chicca 27 Luglio 20179:26

L’approccio più cauto della Fed ha permesso alla sterlina di approfittare della debolezza del dollaro Usa e portarsi così sui massimi di dieci mesi. La divisa britannica ha testato quota $1,3146, il livello più alto da settembre sul dollaro. La moneta americana paga il pessimismo della Fed sul raggiungimento dei target sull’inflazione, che alimenta le speranze di un rialzo dei tassi non prima di fine anno e forse addirittura rimandato all’anno prossimo.

Daniele Chicca 27 Luglio 201710:23

In Asia le Borse hanno chiuso in progresso, mentre in Europa sono contrastate. A influire sugli scambi è l’andamento dei gruppi quotati che stanno riportando in massa i conti fiscali oggi. Ottanta società dell’indice paneuropeo Stoxx 600 rendono oggi noti i risultati trimestrali: un record. I gruppi di bibite e bevande sono tra i più richiesti dopo che l’AD di Diageo ha espresso ottimismo sull’outlook.

AstraZeneca invece sono destinati a subire la perdita giornaliera di sempre. In questo caso non c’entrano i conti fiscali bensì il risultato di uno studio importante su una cura per il cancro ai polmoni. Il fallimento dei test ha fatto perdere 13 miliardi di dollari di capitalizzazione alla compagnia farmaceutica.

Deutsche Bank cala in Borsa dopo aver riportato una contrazione del 10% dei ricavi. La prima banca di Germania ha avuto la stessa sorte delle controparti americane, pagando cara la debolezza delle attività di trading nel reddito fisso. Shell è stato invece uno dei gruppi che ha fatto meglio delle attese, con un profitto più che triplicato nel secondo trimestre nonostante i prezzi sempre bassi del petrolio. Il CEO Ben van Beurden osserva come il mercato energetico stia riguadagnando una certa stabilità.

Daniele Chicca 27 Luglio 201712:29

L’andamento altalenante delle trimestrali societari di alcuni dei più importanti gruppi d’Europa si riflette anche nella prova contrastata dei principali indici borsistici della regione. Milano avanza dello 0,14% a 21.608 punti, Londra e Francoforte poco ispirate.

Daniele Chicca 27 Luglio 201712:30

L’andamento altalenante delle trimestrali societari di alcuni dei più importanti gruppi d’Europa si riflette anche nella prova contrastata dei principali indici borsistici della regione. Milano avanza +0,14% a 21.608 punti, Londra e Parigi poco ispirate, giù Francoforte.

Daniele Chicca 27 Luglio 201712:30

L’andamento altalenante delle trimestrali societari di alcuni dei più importanti gruppi d’Europa si riflette anche nella prova contrastata dei principali indici borsistici della regione. Milano avanza dello 0,14% a 21.608 punti, Londra e Parigi poco ispirate, giù Francoforte.

Daniele Chicca 27 Luglio 201713:49

Sul valutario il franco svizzero è sceso ai minimi pluriennali sull’euro. La valuta ha toccato I minimi da quando la Banca nazionale svizzera ha rimosso il peg con l’euro, fissato in area 1,20 franchi, a gennaio 2015. Da lunedì il franco sta accusando ribassi, dal momento che gli investitori scommettono che la Banca centrale manterrà una politica monetaria accomodante, proprio per mantenere debole il franco.

Daniele Chicca 27 Luglio 201715:33

Twitter è in calo del 9% nel preborsa dopo che dagli ultimi conti trimestrali è emerso un dato deludente (invariato) sul fronte dei numero di utenti attivi al mese. Bene invece hanno fatto ricavi e utili: $574 milioni contro i 536,7 milioni attesi e 12 centesimi per azione e non 5 come previsto dagli analisti interpellati da Thomson Reuters.

Daniele Chicca 27 Luglio 201716:11

Restando in tema di trimestrali ma spostandoci in Italia Terna ha archiviato i primi sei mesi del 2017 con un utile netto di gruppo in crescita dell’8,2% a 351,3 milioni di euro contro i 324,8 milioni dell’analogo periodo nel 2016 e con un risultato operativo (Ebit) a 534 milioni contro i 509,8 milioni dei primi sei mesi del 2016 (+4,7%). I ricavi hanno invece mostrato un leggero rialzo dello 0,7% a 1.046,9 milioni di euro. Gli investimenti complessivi effettuati dal Gruppo Terna relativi ai primi sei mesi del 2017, pari a 325,7 milioni di euro, risultano in linea con la guidance 2017 del piano strategico, e si confrontano con i 346,9 milioni del primo semestre dell’esercizio precedente.

Daniele Chicca 27 Luglio 201716:12

Il primo semestre di Leonardo si è chiuso con ordini a 5,061 miliardi che portano il portafoglio a 33,923 miliardi, -3% rispetto a giugno 2016. I ricavi sono scesi dell’1,6% a 5,326 miliardi mentre l’Ebitda, a 482 milioni, segna un +2,1%. Il risultato netto si è attestato a 194 milioni, di poco sotto i 200 milioni del primo semestre 2016. La società ha confermato le guidance per l’esercizio 2017.

Daniele Chicca 27 Luglio 201716:17

Avvio in moderato rialzo a Wall Street. Con i guadagni messi a segno di recente da Amazon, Bezos è diventato l’uomo più ricco al mondo.

Daniele Chicca 27 Luglio 201716:18

L’avvio è in moderato rialzo per Wall Street. Con i guadagni messi a segno da Amazon, Jeff Bezos è diventato l’uomo più ricco al mondo.

Daniele Chicca 27 Luglio 201716:37

Da parte sua Banca Mediolanum ha chiuso il primo semestre dell’anno con un utile netto consolidato di 196,4 milioni eurio +15% rispetto al risultato del primo semestre dell’anno scorso. Il semestre ha beneficiato in particolare della plusvalenza di EUR41,6 milioni generata dalla vendita delle quote in Banca Esperia, il cui impatto è stato tuttavia dimezzato dalla svalutazione della partecipazione nel Fondo Atlante, per complessivi 23,3 milioni. Il totale delle Masse gestite e amministrate è salito a 72.209 milioni, in aumento del 5% da fine anno escludendo i 9 mld di masse di Banca Esperia. La Raccolta Netta Totale è stata positiva per 1.968 milioni, -30% rispetto al primo semestre dell’anno precedente, nel quale era caratterizzata da una preponderanza della componente amministrata.

Daniele Chicca 27 Luglio 201716:38

Banca Generali ha chiuso il primo semestre con un utile netto di 108,1 milioni, in aumento del 61% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e maggiore dei circa 100 milioni stimati dagli analisti. Il risultato beneficia di una forte espansione dei ricavi (+34%) in conseguenza alla significativa crescita dimensionale (masse a 52,1 mld, +20%, raccolta netta 3,8 miliardi, +31%). Il margine di intermediazione si è attestato a 270,2 milioni (+33,8%), le commissioni di gestione sono salite del 18% a 280 milioni e il margine d’interesse è aumentato del 7% a 31,6 milioni.

Daniele Chicca 27 Luglio 201716:39

In Usa, Procter & Gamble ha chiuso il quarto trimestre al 30 giugno con un utile che ha nuovamente battuto le attese, aiutato da una generalizzata riduzione dei costi. Nel trimestre le spese hanno registrato un calo del 7%. L’utile netto di competenza è salito a $2,22 miliardi, pari a 0,82 per azione, da 1,95 mld (0,69) un anno prima. I ricavi netti sono rimasti piatti a 16,08 mld ma le vendite organiche sono salite del 2%, spinte dall’incremento registrato nel segmento ‘beauty’ (che vende marchi come SK-II e Olay) e in quello per la cura della casa (a cui fa capo tra gli altri il brand Febreze). Senza poste straordinarie l’eps è pari a 85 cent. Gli analisti si aspettavano in media un eps di 78 cent e ricavi per 16,02 miliardi..

Daniele Chicca 27 Luglio 201717:34

Continua la fase positiva per i mercati azionari americani.

Daniele Chicca 27 Luglio 201717:36

Le Borse europee hanno invece chiuso per lo più in rosso.

Daniele Chicca 27 Luglio 201717:42

Sul Forex, il cross euro dollaro è in leggero ribasso a $1,166. Il dollaro si conferma sulle posizioni dopo la pubblicazione dei dati odierni dagli Usa su ordini di beni durevoli, richieste di sussidi di disoccupazione e bilancia commerciale, che confermano il quadro di un’economia in moderata crescita.

Daniele Chicca 27 Luglio 201717:44

L’indice ’Eurostoxx50 ha chiuso in calo del -0,09%, con Deutsche Bank che segna il peggiore ribasso dopo le dichiarazioni del Ceo. In ribasso, dopo la pubblicazione dei risultati, anche Bayer e Santander. Sono in rialzo invece Ab Inbev, Schneider Electric e Telefonica.

Daniele Chicca 27 Luglio 201717:53

Piazza Affari chiude in lieve rialzo una seduta caratterizzata dalla pubblicazione dei risultati societari di diverse società. Il focus degli investitori oggi è stato sulle trimestrali, che hanno mosso i listini italiani ed europei. La prima del Ftse Mib è Moncler, in rialzo di quasi il 5%, dopo che ricavi ed utili hanno soddisfatto gli investitori. Sulla stessa linea, anche se con rialzi minori, Azimut e Banca Generali. Non hanno convinto gli investitori, invece, le trimestrali di Tenaris e di Cnh Industrial, che si piazzano in fondo al listino.

Daniele Chicca 27 Luglio 201717:54

Tra le materie prime, il contratto sul petrolio Wti è in lieve rialzo a quota 48,9 dollari al barile. I prezzi del petrolio si muovono poco sotto i massimi da otto settimane, sostenuti da un calo oltre le attese delle scorte di greggio Usa che aumenta le stime per di una possibile inversione di tendenza e un mercato più bilanciato.