Borse: Hong Kong rinuncia alla scalata su Londra-Milano

8 Ottobre 2019, di Mariangela Tessa

Niente da fare per la Borsa di Hong Kong. La borsa asiatica rinuncia ai piani per acquisire il London Stock Exchange che, attraverso Lseg, controlla i mercati azionari di Londra e Milano. Lo ha comunicato il gestore dell’hub finanziario asiatico, la Hong Kong Exchanges and Clearing  che, in una nota, ha affermato di non essere in condizioni di fare altre offerte per i prossimi sei mesi.

Il board della Borsa di Hong Kong “continua a credere che la combinazione di Lseg e Hkex sarebbe stata strategicamente interessante” e lamenta di non essere riuscito a convincere il management di Londra.

Vengono dunque smentite le indiscrezioni riportate ieri dal Financial Times, che davano per certo il lancio di una nuova offerta, dopo quella da quasi 40 miliardi presentata qualche settimana fa e bocciata da LSE. Hkex aveva tempo fino aa domani per un’offerta ostile migliorando l’offerta.

“Riunire le borse di Hong Kong e Londra ridisegnerà l’assetto dei mercati dei capitali per i decenni a venire. Entrambe le aziende hanno grandi marchi, forza finanziaria e comprovata esperienza di crescita” aveva dichiarato l’amministratore delegato dell’Hong Kong Exchange, Charles Li, presentando l’offerta per Londra –

L’offerta era stata respinta all’unanimità dal board del London Stock Exchange che aveva dichiarato di nutrire forti preoccupazioni sulla fattibilità del progetto, giudicato “non credibile”.