Borse nervose prima di Yellen: tonfo improvviso di Hong Kong

27 Giugno 2017, di Daniele Chicca

Le Borse europee arretrano quest’oggi frenate dal calo delle case automobilistiche mentre si è già spenta la voglia di acquistare titoli bancari in Italia dopo il sollievo per il salvataggio delle due banche venete. L’Italia ha dovuto sborsare in totale 17 miliardi di euro per scongiurare un bail-in di due piccole banche ed è dovuta intervenire anche Intesa Sanpaolo, la prima banca per capitalizzazione. Il governo non può permettersi di fare altrettanto ogni volta che un istituto di piccola o media taglia rischia di fare crac.

In Asia le Borse vanno meglio delle controparti europee, con la fiducia dei consumatori ai massimi di sei anni in Corea del Sud che aiuta il settore delle vendite al dettaglio. Lo yuan fa un bel balzo sul Forex, aiutato dalle speculazioni secondo cui la banca centrale della Cina sta intervenendo sui mercati. I titoli dell’universo health-care scivolano negli Stati Uniti con i senatori Repubblicani che non hanno trovato un numero sufficiente di voti favorevoli al loro progetto di legge di riforma dell’Obamacare.

Sugli altri mercati il petrolio sale ancora mentre l’oro rimbalza dopo il flash crash della vigilia a Londra. In Cina agli sbalzi di prezzo dello yuan sul valutario si aggiungono le turbolenze dell’azionario di Hong Kong, che ha fatto un capitombolo improvviso. Sedici titoli azionari hanno perso più del 40%, per una perdita complessiva in Borsa di 5,4 miliardi di dollari di capitalizzazione. I trader citano i legami tra alcuni gruppi quotati e un broker che è finito sotto indagine.

Sul fronte del reddito fisso, i Treasury estendono i rialzi dopo il calo inatteso degli ordini per le apparecchiature aziendali in Usa. La debolezza di questo aspetto dell’economia ha alimentato i timori sulla robustezza della ripresa, già ben  presenti per via delle difficoltà del mercato petrolifero e i segnali di una inflazione sotto le attese. Alcuni trader temono che la Federal Reserve abbia una visione troppo ottimista dell’economia e che i tempi e l’accelerazione del ciclo di rialzo dei tassi di interesse siano ingiustificati e potenzialmente controproducenti. Motivo in più per cui oggi gli occhi saranno puntati sull’intervento di Janet Yellen.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 27 Giugno 201711:13

L’euro cambia passo e scambia in rialzo dopo le parole di Draghi sull’inflazione in risalita, che hanno fatto pensare a un tapering non così lontano nel tempo. Petrolio Wti a 43,69 dollari al barile.

Daniele Chicca 27 Giugno 201711:14

L’euro cambia passo e scambia in rialzo dopo le parole di Draghi sull’inflazione in risalita, che hanno fatto pensare a un tapering non così lontano nel tempo. Petrolio Wti a 43,69 dollari al barile (+0,7%).

Mario Draghi

Daniele Chicca 27 Giugno 201711:14

Euro ai massimi di 9 giorni, Borse europee in lieve calo.

Daniele Chicca 27 Giugno 201711:16

Tra i Bond i rendimenti dei Bund salgono al top di una settimana.

Daniele Chicca 27 Giugno 201711:20

Sul settore delle auto pesa il taglio delle previsioni sui profitti di Schaeffler, gruppo tedesco di fabbricazioni di cuscinetti volventi per l’industria automobilistica. Il gruppo ha citato le pressioni sul fronte dei prezzi.

I rialzi in Borsa delle aziende attive nel mercato delle risorse di base e di Bankia vengono quindi vanificati.

Daniele Chicca 27 Giugno 201712:42

L’oro rimbalza dopo quello che il Financial Times ha definito “un misterioso” flash crash a Londra che ha provocato un brusco calo dei prezzi in pochi minuti. L’ETF sull’oro guadagna lo 0,15% a 13.315.

Daniele Chicca 27 Giugno 201717:29

Wall Street scambia in rosso appesantita ancora una volta dal settore tecnologico. Sebbene il CEO di Saleforce ritenga che alcuni titoli del gruppo FAANG (Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google) siano sottovalutati a questi prezzi, il mercato vende.

Daniele Chicca 27 Giugno 201717:30

Piazza Affari chiude in calo di più o meno un punto percentuale a 20.785 punti circa. Nonostante i rialzi delle grandi banche come UniCredit, Intesa e Ubi Banca, la Borsa italiana è in affanno. I cali di Enel Exor, Recordati e Italgas pesano.

Daniele Chicca 27 Giugno 201717:35

I titoli del conglomerato russo Sistema fanno un tonfo di più del 17% dopo che un tribunale russo ha congelato alcuni dei suoi asset per effetto di un contenzioso legale con il gruppo petrolifero connazionale Rosneft. Dopo l’acquisto di Bashneft l’anno scorso Rosneft ha intentato causa contro Sistema, chiedendo un risarcimento danni da 170,6 miliardi di rubli (2,9 miliardi di dollari).

Sui mercati e in Russia in generale torna così l’incubo del 2014, quando il governo russo è dovuto intervenire congelando la quota di Sistema in Bashneft, sostenendo che la privatizzazione del gruppo era stata illegale.

Daniele Chicca 27 Giugno 201717:38

Le Borse Europee chiudono negative. Male le utilities con Enel che è la peggiore tra le grandi capitalizzazioni europee, con un ribasso di oltre il 3%. In ribasso anche E.on, Vinci e Engie. In rialzo i bancari: bene in particolare le banche spagnole dopo la mossa di Bankia per l’acquisto di BMN, ulteriore passo per risanare il settore bancario iberico. Chiudono in denaro Deutsche Bank, Intesa, BNP, SocGen, BBVA e Santander.

Daniele Chicca 27 Giugno 201717:38

Il petrolio Wti in rialzo a quota USD44,4. Quarta seduta consecutiva con il segno positivo per il greggio, spinto dall’indebolimento del dollaro e da ricoperture, anche se sul mercato continua a dominare la preoccupazione per il persistente eccesso di offerta.

Daniele Chicca 27 Giugno 201717:38

Cross euro dollaro in rialzo a quota $1,129. L’euro si è mosso in deciso rialzo sul dollaro e ha toccato il massimo da oltre un anno nei confronti dello yen dopo i commenti del presidente della Banca centrale europea Mario Draghi.