Borsa Milano storna, Europa ha corso troppo

23 Settembre 2016, di Daniele Chicca

Il rally dell’azionario globale, spinto dalle decisioni di politica monetaria di Banca del Giappone e Federal Reserve, ha perso slancio e oggi le Borse europee principali ritracciano dopo i forti guadagni della vigilia. A Piazza Affari banche sotto osservazione dopo le parole di Mario Draghi (Bce) e di Elke Koenig (Srb). Opa dal belgio su Moleskine.

Sul fronte macro focus sui dati Pmi dell’Eurozona, che hanno mostrato un quadro poco convincente per l’economia dell’area. Tra le notizie clou di giornata si segnalano le dichiarazioni del ministro britannico degli Esteri Boris Johnson sul fatto che Londra potrebbe fare scattare l’articolo 50 e quindi il processo di Brexit a inizio del prossimo anno e uscire dall’Ue nel 2017.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 23 Settembre 20169:21

Apertura sottotono per le principali Borse d’Europa. Piazza Affari cede lo 0,18% in avvio.

Daniele Chicca 23 Settembre 20169:21

Borse asiatiche sotto pressione. La piazza di Shanghai perde lo 0,27% a quota 3.034,20 punti; a Hong Kong l’indice Hang seng è piatto. Mentre la Borsa di Tokyo ha chiuso in rosso dello 0,32%.

Daniele Chicca 23 Settembre 20169:22

Sul mercato del reddito fisso, lo Spread tra Btp e Bund decennali scambia in rialzo stamattina. Il differenziale fra i titoli di Stato italiani e tedeschi a dieci anni, si attesta a quota 128,1 punti con un rendimento dell’1,2%.

Daniele Chicca 23 Settembre 20169:22

Sul valutario l’euro arretra sul dollaro dopo essersi rafforzato di recente. La moneta unica viene scambiata a $1,1203. Ieri valeva $1,1234.

Daniele Chicca 23 Settembre 201610:41

I prezzi del petrolio sono in calo: gli investitori preferiscono incassare profitti in vista della riunione chiave dell’Opec della prossima settimana. Scontro tra Iran e Arabia Saudita: si cerca accordo difficile prima del vertice di Algeri, dove si cercherà un modo per risolvere il problema annoso dell’offerta in eccesso.

Il future sul Wti con scadenza a novembre cede l’1,53% a 45,61 dollari al barile. Il contratto sul Brent con scadenza analoga perde l’1,2% a 47,09 dollari. Senza un nuovo catalizzatore secondo gli analisti i prezzi dovrebbero rimanere in trading range a breve.

Daniele Chicca 23 Settembre 201611:17

Tra gli asset in gestione, l’azionario europeo è sempre meno popolare tra gli investitori a giudicare dai dati pubblicati da Bank of America Merrill Lynch sui flussi di capitale.

Daniele Chicca 23 Settembre 201612:08

Si intensificano le vendite a Piazza Affari (-0,72%) dopo la pubblicazione dei dati macro deludenti in Eurozona, dove il Pmi composito ha visto, nella lettura preliminare di settembre, una frenata dell’espansione (a 52,6 punti dai 52,9 di agosto). È il valore più basso degli ultimi venti mesi. Alla luce di questi dati e di un Pil previsto del +0,3% nel terzo trimestre, la Bce sarà di nuovo chiamata a intervenire entro fine anno, secondo l’economista di Markit Rob Dobson.

Daniele Chicca 23 Settembre 201612:10

Si intensificano le vendite a Piazza Affari (-0,72%) dopo la pubblicazione dei dati macro deludenti in Eurozona, dove il Pmi composito ha visto, nella lettura preliminare di settembre, una frenata dell’espansione (a 52,6 punti dai 52,9 di agosto). È il valore più basso degli ultimi venti mesi. 

Alla luce di questi dati e di un Pil previsto del +0,3% nel terzo trimestre, la Bce sarà di nuovo chiamata a intervenire entro fine anno, secondo l’economista di Markit Rob Dobson. Tra i singoli titoli spicca il balzo del 13% di Moleskine che supera così il valore messo sul piatto dalla belga D’Ieteren nell’Opa. 

Daniele Chicca 23 Settembre 201612:48

Le Borse europee ritracciano oggi, deluse dagli ultimi dati macro che dipingono un quadro poco convincente della ripresa nella regione, ma su base settimanale sono in buon rialzo. L’EuroStoxx 600 è in rialzo di oltre il 2% da inizio settimana.

Daniele Chicca 23 Settembre 201613:35

Dopo i record fatti segnare dal Nasdaq e dopo che S&P 500 e Dow Jones hanno toccato i massimi dall’11 luglio, il mercato azionario americano sembra intenzionato a prendersi una pausa di riflessione oggi, almeno a giudicare dall’andamento dei future.

Daniele Chicca 23 Settembre 201613:37

Intanto sugli altri mercati, il contratto sul Brent con scadenza novembre è tornato a scambiare in territorio positivo dopo una falsa partenza, in seguito alla notizia secondo cui l’Arabia Saudita sarebbe pronta a ridurre i livelli di produzione di barili ma solo a patto che l’Iran accetti a sua volta di apportare un congelamento dell’offerta.

Daniele Chicca 23 Settembre 201615:35

I titoli Twitter fanno un gran balzo in Borsa (23%) dopo che sono iniziate a circolare indiscrezioni secondo cui società come Google e Salesforce sarebbero vicine all’acquisto del social media. Marc Faber ha detto che il board è sempre più propenso alla vendita.

Daniele Chicca 23 Settembre 201615:40

L’avvio a Wall Street è sottotono:

Laura Naka Antonelli 23 Settembre 201616:24

Wall Street in lieve calo, in una sessione in cui i riflettori sono tutti puntati su Twitter e sui rumor legati alla sua possibile vendita. Il titolo schizza verso l’alto, con un guadagno di quasi +21%. Da segnalare come nei primi 20 minuti di contrattazioni, Twitter (TWTR) ha assistito anche al boom degli scambi, con 33 milioni di azioni passate di mano, contro una media, negli ultimi tre mesi, di 24,5 milioni per una intera sessione.

Laura Naka Antonelli 23 Settembre 201616:24

Indici azionari Usa: il Nasdaq Composite cede -0,35%, a 5.320,82 punti; il Dow Jones fa -0,21%, a 18.352,94, lo S&P -0,26% a 2.171. Su base settimanale, la performance dei tre indici Nasdaq, Dow Jones e S&P è stata positiva, con guadagni tra l’1,5% e l’1,8%.

Laura Naka Antonelli 23 Settembre 201616:37

Nuove notizie negative dal fronte macro Usa. Reso noto l’indice preliminare Pmi manifatturiero stilato da Markit, che è sceso a 51,4 punti a settembre dai 52 di agosto. Il dato si è attestato sopra la soglia dei 50 punti. Tuttavia, l’espansione è avvenuta al ritmo più debole in tre mesi, sulla scia della debolezza dei nuovi ordinativi e a causa del rafforzamento del dollaro.

Laura Naka Antonelli 23 Settembre 201616:49

Sul mercato valutario, il cambio euro-dollaro è praticamente piatto, con una variazione +0,01%, a $1,1209. Il dollaro sale nei confronti dello yen dello 0,28%, a JPY 101,04. Acquisti sul biglietto verde anche contro il franco svizzero, +0,31%, a CHF 0,9717.

Laura Naka Antonelli 23 Settembre 201616:55

Tra gli altri rapporti di cambio, focus sul forte calo della sterlina, che cede l’1% circa sul dollaro a $1,2953. Male la sterlina anche sull’euro, con il rapporto EUR/GBP +0,97%, a GBP 0,8654. La flessione della sterlina, che è scivolata al minimo in cinque settimane, si spiega con le dichiarazioni del ministro degli Esteri del Regno Unito, Boris Johnson, che hanno alimentato i timori sull’inizio del processo per il concretizzarsi effettivo della Brexit già nel 2017.

Laura Naka Antonelli 23 Settembre 201617:41

L’azionario europeo misurato dall’indice Stoxx Europe 600 conclude la migliore settimana in diversi mesi, dopo il rally del 3% segnato negli ultimi quattro giorni di contrattazioni, sulla scia delle politiche monetarie che rimangono estremamente accomodanti sia nel caso della Federal Reserve che della Bank of Japan. Lo Stoxx Europe 600 è tuttavia in calo del 5,6% quest’anno, mentre gli indici che monitorano l’azionario Usa e asiatico sono in rialzo di oltre +6%. A frenare la corsa europea, oggi, sono state di nuovo le banche: questa volta, sono stati gli istituti spagnoli a guidare le perdite e a far scendere il sottoindice dei titoli bancari dal massimo in quasi due settimane. Banco Santander ha ceduto -4% circa, segnando il tonfo peggiore dallo scorso 2 agosto. Ma è andata male anche Deutsche Bank, che ha perso oltre -2,5% oscillando ai minimi record. Un report di Bank of America ha segnalato che i gestori dei fondi hanno ritirato i loro investimenti dallì’azionario europeo per la 33esima settimana consecutiva.

Laura Naka Antonelli 23 Settembre 201617:59

A Piazza Affari indice Ftse Mib negativo, continua a fare i conti con i problemi delle banche. Il listino ha chiuso in calo dell’1,11%, a 16.409,77 punti. Mps -1,93%, Bper -2,39%, BPM -1,78%, BP -2,19%, Intesa SanPaolo -3%, Mediobanca -0,96%. Si conferma il rialzo di Unicredit dopo la nota positiva di Goldman Sachs. Ubi Banca -3,22%.