Borsa Milano sotto stress: fondi in fuga da Deutsche Bank

30 Settembre 2016, di Daniele Chicca

MILANO (WSI) – È fuga dei grandi fondi da Deutsche Bank. Il mercato non si fida più non soltanto delle banche tedesche, bensì di tutto il settore privato. Tanto è vero che il contagio è già iniziato: diversi gruppi tra cui Lufthansa e alcune Landesbank hanno dovuto ritirare le emissioni di bond per mancanza di domnada. I titoli della prima banca di Germania quotati al Borsa di New York attraverso American depositary receipts (Adr) della prima banca tedesca ha perso il 6,7% dopo essere arrivata a toccare nuovi minimi intraday.

Un numero per ora limitato di hedge fund sembra avere deciso di ridurre la sua esposizione alla banca tedesca preferendo rivolgersi ad altri istituti di credito per il clearing di transazioni di derivati quotati. Il titolo Deutsche Bank già nei giorni scorsi aveva pagato i timori riguardanti una ricapitalizzazione in vista di un maxi patteggiamento con gli Usa da 14 miliardi di dollari.

Intanto dagli Usa il presidente della Federal Reserve di Atlanta, Dennis Lockhart, ha lasciato intendere che la prossima riunione di inizio novembre potrebbe essere la giusta occasione per imporre una stretta monetaria. Lockhart ha spiegato che “dobbiamo continuare a rafforzare l’idea che il meeting di novembre è ‘live'”,vale a dire aperto a ogni possibilità e ha sottolineato che riguardo all’aumento dei tassi di interesse“le condizioni sono appropriate per un rialzo” in una delle prossime riunioni. Ormai “non è questione di se, ma di quando”.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 30 Settembre 20169:09

La Borsa di Milano, in sintonia con le altre piazze europee, cede un punto percentuale circa in avvio. A pesare sono le preoccupazioni sulla scarsa capitalizzazione di Deutsche Bank che perde più del 7,7% al momento:

Daniele Chicca 30 Settembre 20169:33

Anche se gli investitori hanno inizialmente accolto con favore l’accordo di massima raggiunto ad Algeri dove è in corso la riunione dei maggiori paesi esportatori di petrolio al mondo, molti di loro continuano a nutrire dubbi sull’effettiva natura ed efficacia dell’intesa dell’Opec.

Motivo per il quale i future principali sul petrolio cedono terreno anche nella mattinata europea. Il contratto sul Wti americano con consegna novembre cede l’1,19% a 47,27 dollari al barile al momento, mentre il future con scadenza analoga sul Brent londinese lascia sul campo l’1,2% a quota 48,64 dollari.

Daniele Chicca 30 Settembre 20169:33

Senza sorprese, dopo il ravvivarsi dei timori sulla liquidità e capitalizzazione di Deutsche Bank, in Borsa sono le banche le azioni più colpite dai ribassisti nei primi scambi.

Daniele Chicca 30 Settembre 20169:57

Tutti gli occhi sono puntati su Deutsche Bank, ma anche la sua rivale Commerzbank non se la passa molto meglio. I titoli dell’istituto tedesco cedono più dell’8% intorno alle 10, ora di Francoforte. Ieri il gruppo ha annunciato quasi 10mila esuberi nell’ambito di un piano di ristrutturazione che punta a far tornare redditizia la seconda banca di Germania. In settimana il titolo ha perso il 15%.

Daniele Chicca 30 Settembre 20169:58

Il prezzo dei titoli Deutsche Bank è sceso a un certo punto anche sotto i 10 euro, aggiornando i minimi storici.

Daniele Chicca 30 Settembre 201610:41

Il mondo degli investitori ha perso la fiducia nel settore privato e in particolare bancario tedesco, ma non ha sicuramente lo stesso sentimento nei confronti del debito governativo della Germania. I Bund hanno guadagnato terreno sulla scia delle paure montanti sulla situazione liquida e di capitale traballante di Deutsche Bank. I rendimenti scambiano ai minimi di sei settimane.

Daniele Chicca 30 Settembre 201611:17

Le cifre preliminari sull’inflazione nell’area euro hanno evidenziato un indice dei prezzi al consumo in rialzo dello 0,4%, come da attese. Si tratta di un miglioramento rispetto ai dati di agosto che avevano visto un aumento dello 0,2% dei prezzi. Sul valutario, l’euro non ha reagito alla notizia e continua a tenere sul dollaro.

Daniele Chicca 30 Settembre 201612:21

Titolo bancari in recupero dai minimi di inizio mattinata, ma comunque sotto intensa pressione: FTSE Italia Banche -3,1%, EURO STOXX Banks -3%.

Daniele Chicca 30 Settembre 201612:40

John Cryan, l’amministratore delegato di Deutsche Bank, ha tentato di rassicurare dipendenti, azionisti e investitori della solidità della prima banca della Germania, sottolineando che capitale e liquidità sono buoni e che i timori sono ingiustificati: “è pura speculazione, ci sono forze di mercato che vogliono indebolirci”. Secondo il Die Zeit la Cancelliera Merkel è al lavoro per salvare la banca.

Quello a cui deve puntare il top manager, secondo gli analisti, è cercare come prima cosa di riguadagnare la fiducia dei mercati, crollata dopo che Bloomberg ieri ha scritto che almeno dieci fondi hedge avevano chiuso le posizioni su Deutche Bank, la quale rischia di pagare $14 miliardi di penale agli Usa per un’operazione sui derivati fatta ai tempi della crisi subprime. E’ la somma chiesa come patteggiamento dalla giustizia americana.

Il titolo, che aveva anche bucato i 10 euro in mattinata, ha recuperato qualcosa dopo le rassicurazioni di Cryan. Grazie a un rimbalzo del 5% è risalito a -4% in giornata. Nell’immediato la crisi sembra passata, ma le azioni rimangono chiaramente vulnerabili a eventuali voci e notizie negative.

Daniele Chicca 30 Settembre 201613:18

John Cryan, l’amministratore delegato di Deutsche Bank, ha tentato di rassicurare dipendenti, azionisti e investitori della solidità della prima banca della Germania, sottolineando che capitale e liquidità sono buoni e che i timori sono ingiustificati: “è pura speculazione, ci sono forze di mercato che vogliono indebolirci”. Secondo il Die Zeit la Cancelliera Merkel è al lavoro per salvare la banca.

Quello a cui deve puntare il top manager, secondo gli analisti, è cercare come prima cosa di riguadagnare la fiducia dei mercati, crollata dopo che Bloomberg ieri ha scritto che almeno dieci fondi hedge avevano chiuso le posizioni su Deutche Bank, la quale rischia di pagare $14 miliardi di penale agli Usa per un’operazione sui derivati fatta ai tempi della crisi subprime. E’ la somma chiesa come patteggiamento dalla giustizia americana.

Il titolo, che aveva anche bucato i 10 euro in mattinata, ha recuperato qualcosa dopo le rassicurazioni di Cryan. Grazie a un rimbalzo del 5% è risalito a -4% in giornata. Nell’immediato la crisi sembra passata, ma le azioni rimangono chiaramente vulnerabili a eventuali voci e notizie negative.

Daniele Chicca 30 Settembre 201613:21

A metà seduta le Borse europee accusano un calo di un punto percentuale circa.

Daniele Chicca 30 Settembre 201613:35

Si prospetta un avvio in flessione, ma con moderazione, per la Borsa americana dopo i forti cali di ieri. I timori sul settore bancario persistono. I titoli Deutsche Bank sono, senza sorprese, i più scambiati in Usa, con più di un milione di pezzi passati di mano nel preborsa. I future sui tre principali indici dell’azionario statunitense cedono tutti circa un decimo di punto percentuale.

Laura Naka Antonelli 30 Settembre 201616:17

Wall Street in rialzo, con gli investitori che tentano di lasciarsi alle spalle i timori sul destino di Deutsche Bank. Le azioni scambiate a Wall Street del colosso bancario salgono di quasi il 7%.

Laura Naka Antonelli 30 Settembre 201616:42

Il trend degli indici azionari Usa è comunque in calo su base settimanale.

Sul fronte delle materie prime, prezzi del petrolio fanno dietrofront dopo l’accordo siglato dai paesi produttori dell’Opec ad Algeri, che desta comunque più di un dubbio.

Daniele Chicca 30 Settembre 201616:46

Il titolo Deutsche Bank recupera riducendo le perdite e il Dax di Francoforte ha virato in positivo.

Laura Naka Antonelli 30 Settembre 201617:24

Recupero per l’euro, che sale nei confronti del dollaro a $1,1234, in ripresa dai minimi in nove giorni testato nei minimi traday di $1,1153.

Laura Naka Antonelli 30 Settembre 201617:25

Titolo Deutsche Bank in ripresa di oltre +1% dopo essere crollato in mattinata dell’8%.

Laura Naka Antonelli 30 Settembre 201617:45

A Piazza Affari l’indice Ftse Mib conclude la giornata di contrattazioni in rialzo dello 0,38%, a quota 16.401 punti. Tra i titoli bancari, Deutsche Bank sotto pressione con -1,43%, mentre salgono Bper +2,36%, BPM +5,93%, BP +3,68%, Intesa SanPaolo +1,13%, Ubi Banca +2,26%, Unicredit +1,76%. Tra i titoli di altri settori, giù Eni -0,46%, Generali -0,73%, FCA +1,62%, Luxottica -1,46%, Saipem +2,76%, Snam -0,40%, Stm +3,57%, Telecom Italia -0,20%.  

Laura Naka Antonelli 30 Settembre 201617:47

Deutsche Bank sale di quasi il 6%, mentre il titolo scambiato a Wall Street balza di ben +13% dopo indiscrezioni secondo cui la banca tedesca sarebbe vicina a siglare un accordo con il dipartimento di Giustizia Usa.