Borsa Milano chiude sui massimi. Generali +9% , A2A +6% dopo i conti

14 Marzo 2013, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Seduta distinta da un forte rialzo per Piazza Affari, che rimbalza dopo le perdite di ieri seguite all’asta di Btp. L’indice principale Ftse Mib ha chiuso in rialzo del 2,45% a 16.131 punti mentre è tornato sotto i 320 punti lo spread. Gli acquisti sono stati alimentati anche da Wall Street, che vede lo S&P 500 avvicinarsi progressivamente al massimo storico testato nel 2007. Occhio anche ai prossimi livelli dell’indice Dax della borsa di Francoforte. Da parte sua, l’indice di riferimento europeo, lo Stoxx Europe 600 Index, si e’ issato fino al massimo in quasi cinque anni, al record precisamente dal giugno del 2008.

I leader dell’Unione europea hanno indicato in una bozza che potrebbero essere pronti a elargire a paesi come la Francia, la Spagna e il Portogallo, più tempo per il raggiungimento dei target di bilancio. Lo Stoxx 600 si a terminare la quarta settimana consecutiva di guadagni.

Certo il contesto politico dell’Italia rimane molto incerto e le stesse indicazioni arrivate con il bollettino mensile della Bce non sono del tutto confortanti. L’istituto guidato da Mario Draghi ha sì ammesso che la domanda per i titoli di stato italiani e spagnoli è stata buona”. Tuttavia, “i mercati sono tesi e su di essi continuano a prevalere tensioni”.

Sul caso specifico dell’Italia, l’Eurotower ha detto che il paese dovrebbe essere riuscito a riportare il deficit di bilancio in linea con i parametri di Maastricht. “In base alle previsioni economiche dell’inverno 2013 della Commissione europea, l’Italia dovrebbe correggere il proprio disavanzo eccessivo entro il termine del 2012″. A tal proposito, la domanda che attanaglia diversi investitori è sulle scelte di portafoglio aventi per oggetto i bond italiani: sono da comprare o da vendere?

Erosione continua dei fondamentali dell’economia italiana, con i numeri da brivido dal mercato immobiliare, che mostrano come le vendite di case siano crollate -50% dal 2006.

L’Eurostat ha comunicato dal canto suo che nel quarto trimestre del 2012, l’occupazione ha registrato una contrazione pari a -0,3% su base congiunturale e -0,8% su base annua. Per l’intero 2012 calo -0,7%. Pessimismo della Bce sull’occupazione, attesa in peggioramento. In Italia, sempre nel quarto trimestre, l’occupazione ha accusato un calo pari a -0,4% su base congiunturale e -0,1% su base annua. Emergono intanto forti tensioni sul summit Ue iniziato oggi, con l’Italia che rappresenta una minaccia per la coesione dell’area.

Attenzione anche alle parole provenienti da Bankitalia, che chiede che non ci sia “nessuna distribuzione di dividendi per le banche che hanno chiuso l’esercizio 2012 in perdita o che hanno un core tier 1 ratio inferiore al livello ‘obiettivo’ comunicato dalla Vigilanza”.

Di nuovo una seduta poco confortante per i mercati asiatici, a eccezione del Giappone. Borsa di Tokyo in rialzo +1,2% dopo che la Camera bassa del Parlamento ha dato il sostegno al premier Shinzo Abe riguardo alla nomina del nuovo leader della Bank of Japan, Haruhiko Kuroda.

Da segnalare come gli acquisti netti di titoli azionari giapponesi effettuati da investitori esteri abbia testato quota 1,12 trilioni la scorsa settimana, il record dal marzo del 2004, secondo i dati riportati da Bloomberg. L’indice di riferimento dell’azionario asiatico, l’MSCI Asia Pacific Excluding Japan Index è sceso -0,5%, segnando il terzo calo consecutivo.

Preoccupazioni per la Cina, dopo che Zhou Xiaochuan, governatore della People’s Bank of China ha affermato che la politica monetaria “non è più rilassante”, dunque accomodante.

“I listini asiatici continuano a registrare una performance peggiore rispetto ad altri mercati in parte per le preoccupazioni che riguardano la possibilità di manovre restrittive sui tassi – ha commentato in una intervista a Bloomberg John Woods, strategist del mercato asiatico di Citigroup, a Hong Kong – Siamo comunque ancora positivi sull’economia globale, dunque guardiamo a questi ribassi come a un’opportunità per costruire posizioni di rischio”.

BTP – Spread Italia Germania a 10 anni in calo -0,66% a 316,06 punti base, a fronte di tassi in flessione dello 0,50% al 4,64%. Occhio alle indicazioni che ha offerto nella giornata di ieri l’asta di BTP.

FTSE MIB – Enel: dopo i conti positivi Ubs ha alzato il rating a neutral, ma il titolo rimane sottotono rispetto agli altri del comparto. Titolo Telecom fa +5,57%: la compagnia tlc e’ stata una delle osservate speciali della Borsa dopo la decisione di Fitch di confermare il rating con outlook negativo.

Focus anche sulle quotazioni di Assicurazioni Generali dopo i conti 2012. In denaro anche Bper (+7,09%), Mediobanca (+5,99%), e A2A (+6,25%), che festeggia il ritorno all’utile nel 2012 e il raddoppio del dividendo. In rosso Bpm (-2,7%): secondo Il Mondo la banca si appresta a varare un aumento di capitale di 500 milioni.

Sospese al ribasso durante la seduta le azioni Ubi e Bpm, poi rientrate agli scambi. Dopo la pubblicazione del bilancio, Ubs ha visto il rating tagliato da Deutsche Bank e dagli analisti di Exane Bnp Paribas; questi ultimi rivedono la valutazione a neutrale da outperform.

Affari per la società Eni, che ha ceduto a Cnpc quota in joint venture Mozambico per 4,2 miliardi dollari. Titolo A2A in crescita +6,25% dopo la pubblicazione dei risultati di bilancio; la società ha raddoppiato il dividendo.

In ambito valutario, l’euro -0,19% a $1,2936; dollaro/yen +0,27% a JPY 96,35.

Quanto alle commodities, i futures sul petrolio +0,05% a $92,57 al barile, quotazioni oro -0,24% a $1.584,60.

TRA GLI HIGHLIGHT DI GIORNATA

:

A2A: balzo a Piazza Affari dopo dati esercizio 2012 (+6,13%).

Bulgari nel mirino del Fisco: sequestrati 46 milioni.

Bankitalia/ No bonus vertici se banche in perdita nel 2012.

Borsa: Europa sui massimi 4 anni in attesa summit Bruxelles.

FonSai, Unipol alla prova della richiesta del conto ai Ligresti.

Irlanda: primo passo verso riconquista indipendenza finanziaria.

Sorpresa: l’economia europea che metterà il turbo nei prossimi anni.

Bce/ Graduale ripresa eurozona dorebbe iniziare da II semestre.

Eurozona: Bce, Solo Italia Rispettera’ Obiettivi Di Rientro Dal Deficit.

Bce: Rimborsati 224 Mld Su 1.018 Di Prestiti Triennali. Buon Segno.

Svizzera, Ginevra vuole restituire la proprietà della casa alla classe media.

Borsa: Asia contrastata, bene Tokyo, in Ue occhi a consiglio.

Generali: conferma dividendo di 0,20 euro, in linea con 2011.

Ue: Padoan (ocse), Escludere Da Deficit Le Spese Per La Crescita.

Borsa: Sospese Aion Renewables In Attesa Comunicato.

Generali/ Nel 2013 prevede miglioramento risultato operativo.