Borsa reagisce a riforma fiscale Usa, dollaro e rendimenti Bond di corsa

28 Settembre 2017, di Daniele Chicca

La Borsa torna a credere nelle capacità dell’amministrazione Trump di realizzare le riforme promesse in campagna elettorale. Gli Usa dettano il ritmo per gli altri mercati, con il Dow Jones che ha interrotto una serie negativa di quattro sedute, aiutato dal balzo delle banche, spinte dalle prospettive di un rialzo dei tassi di interesse entro fine anno negli Stati Uniti. Anche il dollaro Usa continua a giovare di un simile scenario, scambiando ai massimi di circa un mese, mentre i prezzi dei Bond Usa scivolano ai minimi pluri mensili. La presidente della Federal Reserve Janet Yellen ha precisato che per alzare il costo del denaro quest’anno, come aveva preventivato la banca centrale, non c’è bisogno che si materializzi uno sperato incremento dell’inflazione, che da molti economisti e commentatori era visto come l’ostacolo in grado di impedire alla Fed di imporre una stretta monetaria a fine 2017. Prima dell’intervento di martedì sera della presidente della Fed i mercati, pur consapevoli che l’era dei tassi bassi è ormai finita, non davano per scontata la misura di irrigidimento monetario.

Intanto il presidente Usa Donald Trump ha presentato il disegno di legge di riforma del fisco, una manovra da 5 mila miliardi di dollari spalmati su dieci anni, una somma enorme per un’economia su cui pesa un debito pubblico superiore ai 20 mila miliardi: il gruppo dei Sei Senatori incaricati di stilare il maxi piano di riforma delle tasse ha annunciato che la corporate tax scenderà dal 35% al 20%, che la forchetta delle aliquote, che diventeranno tre anziché sette, si restringerà al 12-35% dal 10-39,6% attuale (un bel favore ai più benestanti). Per Trump, che ha promesso di dare un grande aiuto alla classe media con il piano di alleggerimento fiscale, sarà cruciale ottenere il pieno supporto politico. Secondo il Segretario al Commercio Wilbur Ross la riforma darà una bella spinta all’economia e creerà posti di lavoro.

Lasciate qui commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli operativi, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti sulle Borse li trovate nel LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 28 Settembre 20179:43

Una delle proposte della manovra di riforma del fisco statunitense voluta dall’amministrazione Trump prevede un’aliquota fiscale una tantum di favore per le società che rimpatriano i profitti dall’estero, un provvedimento protezionista che dovrebbe favorire in un primo momento il dollaro.

Daniele Chicca 28 Settembre 20179:45

Le banche, come peraltro già si è visto ieri, continuano a trarre giovamento dalla posizione più aggressiva delle banche centrali e in particolare della Federal Reserve. Alla borsa di Milano continuano a essere i titoli più richiesti, mentre le azioni Telecom Italia sono poco variate dopo che è stato sciolto il nodo sul nuovo AD: sarà Amos Genish, una scelta che conferma come la francese Vivendi stia lentamente assumendo un controllo sempre maggiore del gruppo tlc italiano. Il Ftse MIB cede lo 0,15%.

Daniele Chicca 28 Settembre 201710:33

Dopo la delusione per la fiducia dei consumatori tedeschi e in attesa della pubblicazione dell’inflazione in Germania e del Pil in Usa, gli investitori mantengono un atteggiamento prudente in Borsa. A Milano sale Banco BPM: ormai è una corsa a due tra Cattolica e Covéa per la partnership di bancassicurazione con il gruppo.

Daniele Chicca 28 Settembre 201714:31

L’inflazione rimane inaspettatamente ferma in Germania, dove l’indice dei prezzi al consumo ha infatti deluso le attese in settembre, attestandosi all’1,8% su base congiunturale. Le previsioni erano per un incremento all’1,9% su base annuale e per un incremento dello 0,1% su base mensile. Invece rispetto al mese precedente il risultato dell’inflazione tedesca, che per essere misurato si basa sullo standard europeo HICP, è invariato.

Sui mercati dopo i dati macro pubblicati e in attesa del Pil Usa, l’euro consolida i guadagni accumulati in mattinata sul dollaro Usa, ma sono dovuti in gran parte alla debolezza del biglietto verde che nelle ultime sedute, in particolare da quando la presidente della Federal Reserve Janet Yellen aveva assunto un atteggiamento più aggressivo in politica monetaria, aveva corso tanto. Il cross quota 1,1774 dollari al momento, appena sotto i massimi intraday di $1,1784. Il biglietto verde si sta prendendo una pausa fisiologica dal rally delle ultime sedute.

Daniele Chicca 28 Settembre 201714:35

A proposito di Pil Usa, la crescita dell’economia è stata del 3,1% nel secondo trimestre: una variazione più ampia di quanto riportato in precedenza dal governo americano (prima lettura 2,6% e seconda lettura 3%). La cattiva notizia riguarda i profitti aziendali dopo le tasse, che sono stati rivisti al ribasso a un mero +0,1% dallo 0,8%.

In generale la notizia però non dovrebbe essere accolta con dispiacere dai mercati. I future sui principali indici di Borsa indicano che l’avvio sarà in ribasso dello 0,2-0,3% quest’oggi dopo che il Dow Jones ieri, favorito dal balzo delle banche, era riuscito a interrompere una striscia negativa di quattro sedute.

Daniele Chicca 28 Settembre 201715:55

Apertura in modesto ribasso per i listini dell’azionario Usa, nonostante le buone cifre sul Pil nel secondo trimestre. L’economia numero uno al mondo si è espansa del 3,1% con la creazione di posti di lavoro e la continua corsa della Borsa che incoraggiano le famiglie a spendere. Il Dow Jones cede lo 0,12%.

Intanto a Berlino il Chief Economist della Bce Peter Praet ha spiegato che la banca centrale europea non discuterà di un piano di uscita dal programma di stimolo monetario straordinario, ma di una nuova taratura della sua politica.

Daniele Chicca 28 Settembre 201715:58

Apertura in modesto ribasso per i listini dell’azionario Usa, nonostante le buone cifre sul Pil nel secondo trimestre. L’economia numero uno al mondo si è espansa del 3,1% con la creazione di posti di lavoro e la continua corsa della Borsa che incoraggiano le famiglie a spendere. Il Dow Jones cede lo 0,12% in questo momento.

Intanto a Berlino il Chief Economist della Bce Peter Praet ha spiegato che la banca centrale europea non discuterà di un piano di uscita dal programma di stimolo monetario straordinario, ma di una nuova taratura della sua politica.

Daniele Chicca 28 Settembre 201717:29

I mercati azionari Usa hanno perso slancio oggi dopo l’entusiasmo di ieri in seguito a un report di UBS con cui la banca esprime pessimismo sulle possibilità che l’ambizioso piano di riforma del fisco di Donald Trump veda la luce negli Stati Uniti.

L’analista Seth Carpenter scrive in una nota ai clienti che “non riteniamo che la riforma fiscale e nemmeno dei tagli alle tasse importanti si materializzeranno. E anche se un taglio fiscale dell’1% del Pil dovesse essere adottato, non sarebbe un ‘game changer'” per economia e mercati. Al momento i principali indici della Borsa Usa cedono dal meno 0,2 al meno 0,5%. L’azionario europeo sta per chiudere invece in territorio appena positivo.

Daniele Chicca 28 Settembre 201717:34

Via libera dell’assemblea degli azionisti di Banca Carige all’aumento di capitale fino a 560 mln proposto dal Consiglio di Amministrazione. Tale operazione, insieme a una operazione di conversione di bond e alla cessione di asset, dovrà portare a un rafforzamento patrimoniale complessivo di oltre un miliardo per rientrare nei parametri indicati dalla Banca Centrale Europea.

Daniele Chicca 28 Settembre 201720:32

Piazza Affari ha archiviato una seduta priva di grossi spunti in leggero calo. Continua il buon momento delle b anche, con Pop Emilia in buon rialzo. La prima del listino è però Yoox. Sono invece in ribasso le utilities, penalizzate dallo scenario di rialzo dei tassi. Negative A2A, Snam ed Enel.

Daniele Chicca 28 Settembre 201720:32

Le Borse Europee hanno registrato un andamento altalenante: negative Madrid e Milano, in rialzo Parigi, Londra e Francoforte. L’indice paneuropeo EuroStoxx 50 ha visto un computo positivo. Prime del principale paniere sono Deutsche Bank, che guadagna oltre il 2%, e Crh e Asml che beneficiano dei giudizi positivi sul titolo da parte di Hsbc e JPMorgan. Sono invece in ribasso Volkswagen, Enel e Iberdrola.

Daniele Chicca 28 Settembre 201720:33

Alla chiusura dei mercati europei, tra le materie prime il contratto sul petrolio Wti scambia a $51,9 al barile. I prezzi del petrolio sono in lieve calo, in una fase di pausa dopo i guadagni a seguito dell’incremento delle tensioni nel Nord dell’Iraq dopo il referendum sull’indipendenza per la regione semiautonoma del Kurdistan.

Daniele Chicca 28 Settembre 201720:33

Sul Forex il cross euro dollaro è poco variato a $1,1782. Il dollaro frena dopo i guadagni delle ultime sedute, consolidando le posizioni attorno ai massimi da circa un mese sul paniere delle principali divise internazionali, in un mercato che sconta ora un atteggiamento più aggressivo della Federal Reserve.