Bitcoin: per Goldman è il concorrente dell’oro, prezzi attesi a $100 mila

6 Gennaio 2022, di Mariangela Tessa

Giornata pesante per il Bitcoin che, in sintonia con i mercati azionari, subisce una nuova battuta d’arresto sulla scia di una FED sempre più falco. In mattinata, le quotazioni segnano cali superiori all’1% con i pezzi che si muovono poco sopra il 42 mila dollari, significativamente meno rispetto ai massimi superiori ai 68 mila dollari raggiunti a novembre 2021, secondo dati CoinMarketCap.

Nonostante la flessione odierna, sono numerosi gli analisti che vedono un futuro in crescita per la criptovaluta con maggiore valore al mondo. Tra questi Zach Pandl, co-head of foreign exchange strategy per Goldman Sachs, che in una nota recente ha indicato come il Bitcoin possa tranquillamente raggiunge quota 100 mila dollari erodendo quote di mercato dall’oro come bene rifugio, grazie anche alla sempre maggior adozione delle valute digitali da parte del grande pubblico.

Citando la capitalizzazione di mercato di $ 700 miliardi di bitcoin, rispetto ai circa $ 2,6 trilioni di oro posseduto come investimento, Goldman Sachs ha affermato che la criptovaluta ha attualmente una quota del 20% del mercato “store of value”. Una percentuale destinata a crescere nel tempo. In un ipotetico scenario in cui bitcoin raggiunga quota del 50% di questo mercato, il suo prezzo raggiungerebbe poco più di $ 100.000, si legge nella nota.

“Bitcoin può avere applicazioni che vanno al di là del semplice “magazzino di valore” – e i mercati degli asset digitali sono molto più grandi del Bitcoin, ma pensiamo che confrontare la sua capitalizzazione di mercato con l’oro possa aiutare a stabilire parametri su risultati plausibili per i rendimenti di Bitcoin”, si legge nella nota.

Bitcoin: 2021 in pillole

Nonostante i nuovi divieti in Cina, i maggiori controlli della autorità di diversi Paesi e l’alta volatilità, il 2021 è stato un anno record per il bitcoin sotto molti punti di vista, a partire dal suo prezzo e dal suo hashrate, un valore che indica il grado di forza e sicurezza del network.

Tra gli eventi dell’anno appena trascorso, da segnare sul calendario il 19 febbraio, quando il bitcoin superò i mille miliardi di capitalizzazione per la prima volta; poi, Morgan Stanley che ha offerto ai suoi clienti l’accesso ai fondi bitcoin, El Salvador che è diventato il primo Stato ad adottare il bitcoin come valuta ufficiale, il primo Etf sui future del bitcoin lanciato negli Stati Uniti, il prezzo del bitcoin arrivato a 69.044 dollari il 10 novembre e infine, l’hashrate arrivato a 207,53 milioni di TH/s, nuovo primato.