Rivoluzione Bitcoin: da oggi ha corso legale in El Salvador

7 Settembre 2021, di Mariangela Tessa

A partire da oggi, 7 settembre, il Bitcoin avrà corso legale a El Salvador. Una svolta storica per il mercato delle valute digitali e per gli abitanti del piccolo Paese dell’America Centrale, che da ora in poi potranno utilizzare la criptovaluta come moneta reale, affiancandola al dollaro americano, la valuta ufficiale.

Il processo di adozione legale del bitcoin, è stato annunciato al pubblico lo scorso giugno. Dal mese scorso è iniziata l’installazione di bancomat Bitcoin, dove i cittadini possono convertire la criptovaluta in dollari statunitensi e ritirarla in contanti. Il Presidente Nayid Bukele ha scritto su Twitter che il governo sta installando 200 sportelli automatici per accompagnare il lancio del suo portafoglio digitale chiamato Chivo.

I salvadoregni potranno scaricare il portafoglio digitale del governo, inserire il proprio numero ID e ricevere 30 dollari in Bitcoin, ha dichiarato il ministro delle finanze Alejandro Zelaya.

“Un momento storico che nessuno degli appassionati di Bitcoin, neanche quelli con l’immaginazione più fervida, avrebbero mai potuto anche soltanto sognare – spiega Gianluca Grossi di Criptovaluta.it che per primi hanno lanciato la notizia in Italia – E Bitcoin ha risposto durante tutta la notte, con una nuova bull run, che lo ha portato stabilmente sopra i 52.000$”.

Governo di El Salvador acquista Bitcoin

Nel frattempo però il governo di El Salvador ha iniziato ad acquistare Bitcoin, mentre in Italia era ancora notte. Ne ha già accumulati 400, per acquisti che sempre secondo il presidente Nayib Bukele, non dovrebbero fermarsi qui.

“Tutto passerà per Chivo, l’App che il governo di El Salvador ha realizzato per permettere ai cittadini di scambiarsi Bitcoin tra loro, anche a livello commerciale – spiega Gianluca Grossi – e convertirli istantaneamente in Dollari USA, che sono l’altra valuta ufficiale del paese”. L’App è disponibile su AppStore, su PlayStore e anche sullo store di Huawei e offrirà 30$ di Bitcoin a ogni cittadino di El Salvador. L’App non prevede commissioni per gli scambi tra BTC e USD e sarà il wallet ufficiale, che però tutti avranno diritto di utilizzare o meno. Su Twitter, sempre tramite gli account ufficiali del governo di El Salvador, stanno già circolando tutorial dettagliati su come utilizzare l’App e sulle sue funzionalità.

Boom di acquisti: prezzi sfondano 52 mila dollari

Una notizia che ha alimentato una nuova ondata di acquisti: i prezzi dopo aver sfondatosi quota 52 dollari, questa mattina si muovono intorno a 51.400 dollari secondo dati CoinMarketCap.

“Il breakout di area $50.000 per il Bitcoin – spiegano gli esperti  di analisi tecnica di eToro-  è importante per una serie di ragioni: in primis perché viene dalla rottura decisa di una area di trading range venutasi a formare nel corso delle ultime settimana. Secondariamente, perché è un consolidamento che è avvenuto intorno a; supporto rappresentato dalla MM a 200 giorni. Infine perché questo rialzo sta avvenendo senza eccessi di volatilità, il che ne favorisce la stabilità. I target a rialzo sono in area $59.000 e $65.000. L’RSI evidenzia espansione rialzista ma assenza di segnali di ipercomprato. Sul piano dei supporti, solo una discesa sotto area $43.500 porterebbe debolezza alla struttura di un rimbalzo, partito dai $30.000, che appare molto solido in questa fase”.

Debutto legale del Bitcoin non convince la popolazione

La maggior parte della popolazione appare però preoccupata dal piano. Oltre il 67% della popolazione è in disaccordo o fortemente in disaccordo con l’uso del Bitcoin come moneta a corso legale, secondo un sondaggio della Central American University (UCA), un’università gesuita con sede a El Salvador.

Il sondaggio, condotto ad agosto, ha anche mostrato che 9 persone su 10 non hanno una chiara comprensione del Bitcoin e 8 su 10 hanno affermato di avere poca o nessuna fiducia nel suo utilizzo.