Bitcoin: inizio d’anno in corsa (+30%), cosa si nasconde dietro il rally recente

4 Febbraio 2020, di Mariangela Tessa

La paura del coronavirus alimenta la volatilità sulle Borse ma fa bene alle quotazioni del Bitcoin, considerato sempre più come un bene rifugio. Lo dimostra la performance dello scorso mese, quando la regina delle criptovalute ha registrato un aumento del 29%, la migliore performance per il mese di gennaio dal 2013 quando la valuta registrò un aumento del 54%. Allo stesso tempo, la capitalizzazione di mercato è aumentata fino a toccare $ 39,7 miliardi.

Bitcoin, nuovo bene rifugio?

Secondo gli esperti del settore sono numerosi i fattori dietro la corsa recente, tra cui la diffusione del coronavirus, che sta creando grandi incertezze sull’azionario.

Nigel Green, CEO di deVere Group, società di servizi finanziari e consulenza, ha definito il bitcoin un “bene rifugio in tempi di incertezza”, spiegando così la spinta nell’ultimo mese.

“L’attuale traiettoria al rialzo del prezzo del bitcoin è correlata alla diffusione del coronavirus”, ha dichiarato Green in una nota lunedì. “Più singoli casi vengono identificati, più paesi in tutto il mondo ne sono interessati e maggiore è l’impatto sui mercati finanziari tradizionali, maggiore è il prezzo del bitcoin.”

…nuovo halving in vista a maggio

Ma non c’è solo il coronavirus dietro il rally di gennaio. Gli acquisti sarebbe guidati dal
terzo halving di bitcoin, in calendario a maggio 2020. I minatori della ciptovaluta, dotati di computer specializzati competono per risolvere complesse formule matematiche per convalidare le transazioni in bitcoin. Chi vince quella gara viene premiato in Bitcoin.

Attualmente, i minatori ricevono 12,5 bitcoin per blocco estratto. Secondo le regole scritte nel codice sottostante del bitcoini premi vengono dimezzati con il passare del tempo e questa . Entro maggio 2020, la ricompensa per minatore verrà nuovamente dimezzata, a 6,25 nuovi bitcoin, riducendo sostanzialmente l’offerta di criptovaluta in arrivo sul mercato.

“L’halving di Bitcoin è un momento chiave per l’intera comunità Bitcoin. Tra pochi mesi, la ricompensa per i nuovi blocchi verrà dimezzata, riducendo l’offerta di nuovi Bitcoin e aumentando così i livelli di scarsità. Quindi dal punto di vista dei mercati finanziari, dovremmo assistere a una riduzione della pressione di vendita sui mercati a causa della disponibilità di un numero inferiore di bitcoin per i minatori. Ciò rende più probabile un aumento a medio termine del prezzo di Bitcoin”  ha commentato Paolo Ardoino, CTO di Bitfinex e Tether.