Economia

Bing Chat GPT è aperto a tutti. Ecco le nuove funzionalità

Arrivano grosse novità per Bing Chat GPT: il motore di ricerca della Microsoft, nel corso di questi giorni, sta attraversando un periodo di grande popolarità, grazie all’integrazione con le varie soluzioni messe a disposizione dell’intelligenza artificiale targata OpenAI.

Il chatbot Bing Chat GPT è diventata disponibile a tutti gli utenti, senza la necessità di dover passare da una lista d’attesa: gli utenti, in questo modo, avranno la possibilità di testare le varie funzionalità del servizio, che non si limiterà a cercare delle informazioni attraverso un dialogo con gli utenti, ma sarà in grado di fornire delle immagini e dei video ad integrazione dei risultati.

Bing Chat GPT potrà, inoltre, impegnarsi nelle prenotazioni e in futuro potrà anche accogliere dei plugin, in modo da poter ampliare i propri orizzonti.

Bing Chat GPT, disponibile a tutti gli utenti

Microsoft ha deciso di rendere disponibile a tutti gli utenti il Bing Chat GPT. D’ora in poi non sarà più necessario passare dalla lista d’attesa: per accedere al nuovo Bing è sufficiente avere il proprio account Microsoft, con il quale gli utenti avranno la possibilità di accedere alla versione di anteprima basata su Bing Chat GPT. Microsoft, inoltre, ha provveduto ad aggiornare massicciamente Bing Chat, per la quale sono state introdotte nuove funzionalità e un supporto dei plugin.

Questo importante lancio in anteprima aperta arriva quasi due mesi dopo che Microsoft ha sperimentato la rimozione della lista d’attesa per la sua nuova funzionalità Bing Chat. Il chatbot è stato originariamente lanciato in anteprima privata a febbraio e da allora Microsoft ha deciso di aprirla gradualmente.

Microsoft sta aggiungendo altre funzionalità più intelligenti a Bing Chat GPT: queste nuove funzionalità includono anche le immagini ed i video. Sono previste, inoltre, alcune nuove funzionalità per Bing e Edge Actions, chat e cronologia persistenti e supporto per plug-in. Il supporto del plug-in sarà l’aggiunta chiave per gli sviluppatori e per il futuro di Bing Chat GPT.

In collaborazione con OpenTable, Microsoft è al lavoro per abilitare l’intelligenza artificiale ad effettuare le prenotazioni ai ristoranti all’interno di Bing Chat GPT.

Guerra aperta a Google

L’obiettivo di Microsoft è quello di combattere lo strapotere – almeno in Occidente – di Google. Per centrare questo obiettivo Bing punterà sull’intelligenza artificiale: grazie alle ultime novità introdotte è stata ulteriormente ampliata l’interazione tra gli utenti ed il motore di ricerca Microsoft.

Tutti gli utenti, ora come ora, hanno la possibilità di utilizzare liberamente il servizio, che non si limiterà unicamente a fornire delle risposte testuali, ma provvederà anche a fornire delle foto e dei video che non saranno generate dall’intelligenza artificiale, ma verranno proposti andando a cercare dei contenuti che risultino essere attinenti con la ricerca.

Gli utenti, come abbiamo visto, avranno la possibilità di prenotare i ristoranti online. Ma soprattutto sarà possibile accedere alla cronologia delle ricerche e dei risultati. L’obiettivo finale è quello di fornire un’esperienza il più lineare possibile agli utenti, senza che sia necessario, per loro, uscire dall’interfaccia della chat.

Gli utenti avranno la possibilità di accedere anche attraverso il browser Edge; cercando, ad esempio, un film, si può chiedere alla chatbot di riprodurlo. Bing AI, a questo punto, cercherà il contenitore che lo offre e informerà l’utente del prezzo per visionarlo.