Bce: rumor, QE da 50 miliardi al mese, fino a 1.100 miliardi euro

22 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il piano QE della Bce sarà molto più ambizioso rispetto a quanto trapelato dalle indiscrezioni fino a qualche ora fa. Non un programma di ‘appena’ 500 miliardi di euro, reputato subito insufficiente dai mercati, ma una iniezione fino a 1.100 miliardi di euro (1,1 trilioni). E’ quanto riporta Bloomberg, precisando che il QE verrebbe effettuata ogni mese – così come gli acquisti di bond avvenivano mensilmente, nel caso del QE della Fed – per un ammontare di 50 miliardi di euro, fino alla fine del 2016.

Fonti della Bce hanno riferito a Bloomberg che la proposta inizierà a essere discussa a partire dalla giornata di oggi dal Consiglio direttivo della Bce.

Niente di certo, dunque, dal momento che potrebbero essere apportati anche cambiamenti significativi.

Gli acquisti avrebbero come oggetto soprattutto i titoli di stato e non dovrebbero partire prima del prossimo 1° marzo, ha precisato una fonte. L’obiettivo è quello di arginare la minaccia della deflazione, sempre più concreta in Eurozona. L’ultima parola la proferirà il presidente della Bce Mario Draghi, nella conferenza stampa a Francoforte che seguirà l’annuncio della decisione sui tassi di interesse.

Intanto, intervistato dal Wall Street Journal da Davos, Matteo Renzi afferma. “La Germania contro il resto del mondo potrebbe essere un errore”, afferma Renzi al Wsj da Davos. (Lna)