Asta Italia: tassi a 12 mesi in rialzo allo 0,96%

12 Giugno 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il Tesoro italiano ha collocato titoli di stato con scadenza a 12 mesi per un ammontare di 7 miliardi di euro, a un tasso in rialzo allo 0,962%, a fronte di un rapporto bid to cover a 1,49, contro il precedente 1,16. A maggio il rendimento si era attestato allo 0,703%.

Banco di prova per l’Italia anche domani, con l’emissione di bond con scadenza a 3 e 15 anni.

Il commento di Filippo Diodovich, market strategist IG .

La crescita del rendimento era scontata sulla scia dell’aumento delle tensioni sui mercati finanziari evidenziata nelle ultime sessioni (debolezza dei dati macroeconomici dei paesi dell’Europa periferica, immobilismo della Bce, indiscrezioni sulle limitazioni del piano OMT, mancate sorprese da parte della BoJ). Importante è stato collocare i titoli al di sotto della soglia psicologica dell’1%. Ottima è stata la domanda. Grazie alla crescita del rendimento il BOT annuale ha aumentato la sua appetibilità soprattutto nei portafogli degli investitori istituzionali esteri.

Importante anche la giornata di domani quando l’Agenzia del Tesoro del BelPaese assegnerà titoli a medio/lungo termine (tra tutti il BTP triennale con scadenza maggio 2016). Per quanto concerne il BTP a 3 anni, il rendimento dovrebbe mostrare, secondo le nostre attese, una crescita al 2,38% circa dall’1,92% dell’asta precedente con un bid to cover ratio compreso tra 1,40 e 1,60.

I mercati non hanno reagito particolarmente ai risultati dell’asta.