Anche Trump blocca Boeing 737 Max. Scontro sulle scatole nere

14 Marzo 2019, di Livia Liberatore

Gli Stati Uniti si accodano alla decisione già presa da diversi Paesi di lasciare a terra i Boeing 737 Max, dopo il disastro aereo dell’Ethiopian Airlines avvenuto la scorsa domenica. Il Boeing è ora di fatto fermo in tutti i continenti. “Boeing è un’azienda straordinaria”, ha detto il presidente Donald Trump, “ma i velivoli non voleranno finché non si troverà una soluzione ai problemi”.

Dalla Boeing sottolineano che lo stop annunciato da Trump ha fatto seguito ad una loro richiesta. Altri dettagli sul modello Boeing incriminato sono riportati da Politico: negli ultimi mesi negli Stati Uniti sarebbero arrivate almeno cinque segnalazioni arrivate da piloti che lamentavano problemi nel controllo del velivolo in questione durante momenti critici del volo.

Problemi economici e legali per Boeing

Dopo il crollo in Borsa, per la compagnia si prospettano nuovi problemi economici, di altro ordine. Alcune compagnie che hanno bloccato i voli, come Norwegian Air, hanno annunciato richieste di indennizzo. E l’indonesiana Lion Air ha sospeso l’acquisto di quattro modelli 737 Max già ordinati, fino a che non ci sarà un rapporto definitivo sullo schianto dello scorso ottobre, che provocò 189 morti.

Nel frattempo, si è aperto il dibattito sull’esame delle scatole nere. L’Etiopia ha chiesto che siano mandate nell’Unione europea e non negli Stati Uniti. La Germania si è tirata indietro, sostenendo di non avere il software necessario per l’estrazione dei dati registrati nelle scatole nere del volo precipitato in Etiopia, poco dopo il decollo. La Francia ha invece annunciato di essere pronta a ricevere i dispositivi.

La decisione, racconta il Corriere della Sera, pare abbia irritato gli Stati Uniti. Il giornale riporta le dichiarazioni di un dirigente di Ethiopian, secondo cui:

“In particolare Boeing ci ha spiegato che non aveva senso chiedere il supporto dell’Europa, perché lì si trova la loro rivale Airbus”. Airbus che ha approfittato in Borsa dei cali della concorrente (come si vede nel grafico sotto riportato estrapolato dagli schermi di Bloomberg.

L'andamento dei titoli Airbus nell'ultimo mese: la rivale di Boeing ha approfittato dei guai che tormentano la compagnia aerea Usa