Alla scoperta della finanza decentralizzata: cosa c’è da sapere

16 Giugno 2021, di Redazione Wall Street Italia

La finanza decentralizzata sarà analizzata nel convegno annuale dell’Osservatorio Investment Management di Deloitte Consulting e SIAT

di Daniela LaCava

La chiamano finanza decentralizzata (DeFi), un fenomeno recente ma in costante crescita che si basa sulla visione di un sistema finanziario disintermediato. Un nuovo modo di fare finanza che ha come perno blockchain e token cripto e che fa emergere un interrogativo: stiamo andando verso un mondo post-dollaro nel quale la DeFi rappresenterà il vero punto di svolta? Una tematica, quella della DeFi, che verrà scandagliata nel corso della nuova edizione del convegno annuale dell’Osservatorio Investment Management progettato da Deloitte Consulting in collaborazione con SIAT.

L’evento, che si terrà venerdì 18 giugno 2021 a partire dalle 15.30, verrà presentato da Alessandra Ceriani, FSI Consulting Leader, e Paolo Gianturco, Business Operations e Fintech Leader di Deloitte Consulting, con Marco Mione, FinTech Team Manager di Deloitte Consulting e Vicepresidente SIAT.
La partecipazione al convegno, che si svolgerà anche quest’anno solo in formato digitale, è possibile solo su invito, riservato ai professionisti del mondo della finanza (tradizionale, centralizzata o decentralizzata) e di quello accademico (corpo docente, ricercatori, studenti).

Ecco il link alla pagina di presentazione dell’evento

Finanza decentralizzata: i temi del convegno

Come di consueto il punto di partenza è un aggiornamento sul mondo FinTech-WealthTech. Un panorama in evoluzione che verrà analizzato da Laura Grassi, responsabile dell’Osservatorio FinTech del Politecnico di Milano. A lei spetterà il compito di delineare le principali tendenze all’interno del WealthTech, un comparto che fa parte del mondo del FinTech.

Si soffermerà, in particolare, su un trend che si sta facendo largo: ovvero quello della finanza decentralizzata (sottocategoria della tecnologia blockchain). “Partendo da questa overview andiamo a vedere come si sta evolvendo il mondo dei servizi finanziari basati su protocolli distribuiti e decentralizzati grazie all’aiuto di alcuni esperti che lavorano su queste tematiche e che ci porteranno degli esempi concreti”, racconta Marco Mione, FinTech Team Manager di Deloitte Consulting e Vicepresidente SIAT.

Sul discorso della finanza decentralizzata interverranno due esperti del mondo della DeFi: Davide Capoti, CEO di Rocket Capital Investment e Luca Boiardi, CEO di The Crypto Gateway.

Se questo è il mondo visionario e innovativo, quali sono invece i pensieri del mondo della finanza tradizionale? Una tematica che verrà, invece, affrontata in una tavola rotonda che vede tra gli ospiti il presidente di SIAT, Davide Bulgarelli, Luca Anzola Head of Multimanager & Alternative Investments di Fideuram Asset Management SGR e Paolo Biamino, Product Development & Manager Selection Euromobiliare Asset Management SGR.

Il mondo cripto e i Millennials

È oramai un’opinione condivisa come i prodotti finanziari basati sulle cripto valute siano parte del panorama dei Financial Services e suscitino sempre più interesse tra i player del settore. Il Deloitte Blockchain Survey del 2020, l’ultimo pubblicato in ordine di tempo, fotografa e delinea questa situazione: il 55% dei senior executive intervistati, infatti, considera la blockchain tra le prime 5 priorità della propria azienda, tanto che il 42% di essi è già pronto a investire più di 5 miliardi di dollari sulla blockchain nel corso di quest’anno.
Inoltre, secondo un recente studio di Morgan Stanley, il 27% dei Millennials possiede cryptocurrencies contro un misero 3% dei baby boomers, la generazione che oggi ha circa 60 anni. Insomma, questa generazione ama gestire con attenzione la sfera delle finanze. E questo avviene, sempre secondo il Deloitte Millennial Survey 2020, nonostante le preoccupazioni riguardo gli stipendi e la stabilità del lavoro: più del 70% di loro si sente sicuro e informato riguardo alle proprie scelte in ambito finanziario.

In questo contesto, i ragazzi vedono la finanza decentralizzata in modo molto positivo. Tanto che secondo la società di comunicazione e consulenza Edelman Global per il 72% di loro le crypto sono il futuro dei servizi finanziari. Alla luce di questi numeri, Marco Piovesan, direttore del Centro di Economia Sperimentale della University of Copenaghen e Università di Verona, farà proprio un approfondimento su come si sviluppano le scelte da parte dei Millennials.

Questo nuovo settore darà una spinta innovativa ulteriore per costruire nuovi prodotti e servizi, perchè la clientela, soprattutto quella più giovane, ne richiede sempre di nuovi. C’è però un freno. Con Manuela Maccia, Chief Investment Officer di BNL-BNP Paribas, si parlerà di due aspetti che convivono e si contrappongono: da una parte lo sviluppo di nuovi prodotti/servizi e dall’altro la cultura del cambiamento nel mondo degli incumbent.

Infine, il convegno si chiude con l’approfondimento degli aspetti antropologici che verranno trattati da Alessandro Bertirotti, docente di Antropologia della Mente all’Università degli Studi di Genova, studioso appunto di aspetti antropologici legati alla rivoluzione culturale della blockchain.