Alitalia, svolta nella trattative: Lufthansa pronta ad investire fino a 200 milioni

31 Ottobre 2019, di Mariangela Tessa

Nuovi tasselli nel puzzle per il rilancio di Alitalia. Dopo aver manifestato il suo interesse verso il vettore italiano, il gruppo tedesco Lufthansa sarebbe pronto a investire fino a 200 milioni di euro in Alitalia.

Lo riportano indiscrezioni stampa riportate oggi da alcuni quotidiani italiani, secondo cui Lufthansa avrebbe scritto martedì al ministero dello Sviluppo economico italiano e a Ferrovie dello Stato, dicendo di essere pronta a rilevare una partecipazione in Alitalia.

Secondo il sito web del Corriere della Sera, Lufthansa ha previsto un investimento di 170-200 milioni di euro, mentre la Repubblica parla di 150 milioni di euro. Delta si era impegnata per 100 milioni.

Secondo una fonte sentita da Reuters, il vettore tedesco sarebbe pronto a iniettare tra i 150 e i 200 milioni di euro, anche se la lettera non contiene una cifra precisa.

Nessun commento è arrivato dal portavoce del gruppo.

Ricordiamo che il Ministero dello Sviluppo economico ha prorogato al 21 novembre la data per la presentazione delle offerte vincolanti per il salvataggio della ex compagnia di bandiera, dopo che la scadenza del 15 ottobre è passata senza un accordo tra i potenziali nuovi azionisti, che finora comprendono Ferrovie dello Stato, la compagnia statunitense Delta Air Lines e Atlantia.

Nel frattempo, nell’ultima bozza del decreto fiscale, è stato fissato a 400 milioni il prestito dello Stato nei confronti dell’Alitalia. Il finanziamento è della durata di 6 mesi per “consentire di pervenire al trasferimento dei complessi aziendali facenti capo ad Alitalia – Società Aerea Italiana – S.p.A. in amministrazione straordinaria ed alle altre società del medesimo gruppo anch’esse in amministrazione straordinaria”.