Ita Airways

Ita Airways (acronimo di Italia Trasporto Aereo) è nata l’11 novembre 2020 dalle ceneri di Alitalia, la principale compagnia aerea di bandiera italiana.

Quest’ultima, è stata soggetta negli anni a diversi passaggi di mano e cambi di identità:  è stata fondata nel 1947 come Alitalia – Linee Aeree Italiane; dal 2009 al 2014 ha venduto per bancarotta il servizio di aviotrasporti alla CAI – Compagnia Aerea Italiana, per poi rinascere nel 2015, sotto il nome di Alitalia – Società Aerea Italiana in alleanza con Etihad Airways.

Quest’ultima è uscita a fine 2017 dal capitale di Alitalia, finita in amministrazione straordinaria.

Ita Airways è stata costituita nel 2020 per dotare l’Italia di una compagnia di bandiera a seguito del termine dell’amministrazione straordinaria di Alitalia, dalla quale la Commissione Europea ha chiesto una chiara discontinuità, al fine di autorizzare il Governo Italiano a costituire una nuova società pubblica per il trasporto aereo.

Ita Airways è controllata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Al 2022, Ita Airways opera voli verso Algeria, Argentina, Brasile, Egitto, Europa, Giappone, India, Israele, Stati Uniti e Tunisia, nonché voli verso le destinazioni domestiche.

I suoi hub principali sono l’Aeroporto di Roma-Fiumicino e l’Aeroporto di Milano-Linate.

Dopo i primi mesi di attività, il Ministero dell’Economia e delle finanze (Mef) ha dichiarato l’intenzione di privatizzare Ita Airways. Il 31 agosto 2022 il Mef ha annunciato di aver scelto la proposta del fondo Certares, che si impegna ad acquistare il 50% più un’azione per circa 700 milioni di euro. Air France-KLM e Delta entrerebbero nell’accordo come partner commerciali.

Prima di sottoscrivere la proposta, il Mef parteciperà a dei negoziati esclusivi per definire i dettagli.