Williams (Fed): strategia inflazione non funziona, è ora di cambiare

9 Gennaio 2018, di Mariangela Tessa

La Federal Reserve dovrebbe prendere in considerazione l’idea di abbandonare il target del tasso di inflazione e puntare invece al livello complessivo dei prezzi. Una mossa che darebbe alla banca centrale più spazio per stimolare l’economia in occasione della prossima recessione.

La pensa così il presidente della Fed di San Francisco, John Williams che, intervenendo a una conferenza della Brookings Institution a Washington, ha detto che l’istituto di politica monetaria ha bisogno di nuovi strumenti per combattere un’inflazione cronicamente bassa.

Da un po ‘di tempo i funzionari della Fed temono che un periodo prolungato di bassi tassi di interesse renderà la banca centrale impotente di fronte a una crisi economica futura. Proprio questa paura ha in parte spinto i cinque aumenti dei tassi d’interesse attuati da dicembre 2015, dopo che il costo del denaro è stato pari a zero per sette anni interi.

Williams si è detto inoltre preoccupato che la Fed abbia un “problema di credibilità” perché non è riuscita a raggiungere l’obiettivo di inflazione del 2% per gran parte della ripresa economica. Una situazione che fa sembrare “che la banca centrale non sia sufficientemente impegnata nel raggiungimento dei suoi obiettivi”.