Weidmann: “Debito euro in zona pericolo. Basta aiuti ad Atene”

27 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il debito dell’Eurozona è entrato in “zona pericolo”. E’ quanto ha detto il numero uno della Bundesbank, banca centrale tedesca, Jens Weidmann. Parlando nel corso di una conferenza a Francoforte, Weidmann ha lanciato un appello perchè si stabiliscano tetti massimi sull’esposizione delle banche al debito sovrano dei rispettivi paesi.

“Nell’Eurozona siamo già in zona pericolo – almeno riguardo al debito pubblico, che è al 91%, e al debito corporate, che è al 105%”, ha detto Weidmann.

“I debiti sovrani dovrebbero essere garantiti dal capitali, e l’esposizione verso di essi deve rispettare un tetto massimo, così come accade per qualsiasi debitore privato”, ha detto Weidmann.

Riguardo alla Grecia, in un’intervista rilascia alla rivista Focus, Weidmann ha detto di essere contro l’aumento dei prestiti di emergenza al paese e ha accusato il nuovo governo guidato dal premier Alexis Tsipras, sottolineando che Atene sta perdendo molta fiducia.

Fonte: Deutsche Bundesbank Eurosystem