Wall Street a due velocità, Dow sopra 18.000 per la prima volta

di Redazione Wall Street Italia
23 Dicembre 2014 22:10

NEW YORK (WSI) — Per la quinta seduta di fila gli indici a Wall Street chiudono ij rialzo portandosi a livelli mai visti prima: Il Dow Jones sale dello lo 0,36%, a quota 18.024, l’S&P 500 aggiunge lo 0,17%, a quota 2.082. Il Nasdaq invece cede lo 0,24%, a quota 4.765 appesantito da Gilead Sciences (-4%): il titolo, gia’ ieri sceso sui minimi di quattro mesi, soffre l’approvazione, la settimana scorsa, del trattamento per l’epatite C di AbbVie da parte della Fda.

Dopo avere brindato a una revisione del Pil del terzo trimestre oltre le stime, gli investitori festeggiano la fiducia dei consumatori misurata dall’Universita’ del Michigan: il dato di dicembre e’ cresciuto (a 93,6 punti) piu’ delle attese.

A novembre inoltre le spese al consumo sono aumentate (+0,6%) piu’ del previsto (+0,5%) mentre i redditi personali sono saliti (+0,4%), ma leggermente meno del consensus (+0,5%). Il mercato sembra ignorare il dato delle vendite di case nuove il mese scorso, calate oltre le aspettative (-1,6% a 438.000 contro previsioni per 460.000) cosi’ come quello degli ordini di beni durevoli scesi a novembre sotto le stime.

Il dato finale sul Pil del terzo trimestre è stato rivisto a un +5% contro attese per un +4,3%. Si tratta del dato migliore in 11 anni. Sempre sul fronte macro intanto gli ordini di beni durevoli per novembre hanno visto un -0,7% rispetto a stime per un +3%, segno di spese più deboli da parte delle aziende americane sul finire dell’anno.

Il petrolio a febbraio sale dell’1,5% a 56,09 dollari al barile. L’oro con la stessa scadenza segna un -0,03% a 1.179,5 dollari l’oncia.

Sul valutario, il dollaro scambia nei pressi dei massimi a 2 settimane sullo yen. Per il biglietto verde è il quinto giorno di guadagni sullo yen. L’euro sotto quota 1,22 dopo la pubblicazione del PIl Usa.

Tra le materie prime, i futures sul petrolio scambiano in rialzo a 55,94 dollari al barile. Oro in risalita dai minimi di tre settimana. I prezzi sono in progresso a 1.182 dollari l’oncia.

(DaC-mt)