Volvo: auto a guida autonoma per rivaleggiare con aerei low cost

9 Ottobre 2018, di Daniele Chicca

Anziché prendere l’aereo per un volo di notte, in futuro potremo viaggiare dormendo comodamente seduti all’interno dell’abitacolo della nostra auto. Con il suo ultimo prototipo a quattro ruote a guida autonoma, l’intenzione di Volvo è infatti quella di concorrere con le compagnie aeree low cost.

Coniugando la tecnologia a pilota automatico e la sicurezza la casa automobilistica sino svedese vuole permettere ai passeggeri di poter viaggiare la notte mentre dormono. In materia di ingegnosità Volvo ha sempre cercato di essere un passo avanti rispetto alla concorrenza. Anche in questo caso l’azienda di Goteborg propone un’idea rivoluzionaria.

L’idea è nata in seno al dipartimento di Volvo “Corporate Strategy” osservando le potenzialità della concept-car elettrica 360c. I viaggi in aereo, specie con le compagnie low cost, comportano spesso difficoltà e ritardi imprevisti, mentre l’auto così come l’ha pensata Volvo sopperirebbe alla necessità di arrivare con largo anticipo in aeroporto, ai controlli di sicurezza, alle file d’attesa e alla scomodità di viaggiare stretti. Ridurrebbe anche il numero di imprevisti possibili.

Il vice presidente della strategia aziendale Marten Levenstam ha spiegato che con la 360c, vettura al 100% elettrica e senza volante perché viaggia in modalità completamente autonoma, Volvo sostiene di disporre di una specie di 4 in 1: un ufficio con le ruote, un luogo dove potersi riposare e divertirsi, e una “camera in movimento in cui dormire”.

Sfruttando queste potenzialità al meglio Levenstam spera che Volvo possa aggiudicarsi quote di mercato importanti nel business lucrativo dei viaggi low cost in aereo.

Anziché prendere l'aereo per un volo di notte, in futuro potremo viaggiare dormendo comodamente seduti all'interno dell'abitacolo della nostra auto. Con il suo ultimo prototipo a quattro ruote a guida autonoma, l'intenzione di Volvo è infatti quella di concorrere con le compagnie aeree low cost.

Coniugando la tecnologia a pilota automatico e la sicurezza la casa automobilistica sino svedese vuole permettere ai passeggeri di poter viaggiare la notte mentre dormono. In materia di ingegnosità Volvo ha sempre cercato di essere un passo avanti rispetto alla concorrenza. Anche in questo caso l'azienda di Goteborg propone un'idea rivoluzionaria.

L'idea è nata in seno al dipartimento di Volvo "Corporate Strategy" osservando le potenzialità della concept-car elettrica 360c. I viaggi in aereo, specie con le compagnie low cost, comportano spesso difficoltà e ritardi imprevisti, mentre l'auto così come l'ha pensata Volvo sopperirebbe alla necessità di arrivare con largo anticipo in aeroporto, ai controlli di sicurezza, alle file d'attesa e alla scomodità di viaggiare stretti. Ridurrebbe anche il numero di imprevisti possibili. Il vice presidente della strategia aziendale Marten Levenstam ha spiegato che con la 360c, vettura al 100% elettrica e senza volante perché viaggia in modalità completamente autonoma, Volvo sostiene di disporre di una specie di 4 in 1: un ufficio con le ruote, un luogo dove potersi riposare e divertirsi, e una "camera in movimento in cui dormire". Sfruttando queste potenzialità al meglio Levenstam spera che Volvo possa aggiudicarsi quote di mercato importanti nel business lucrativo dei viaggi low cost in aereo. [caption id="" align="alignnone" width="640"]Volvo, concept car 360c L'AD di Volvo Hakan Samuelsson durante la presentazione della concept car Volvo 360c a Goteborg, in Svezia, a settembre 2018 (BJORN LARSSON ROSVALL/AFP/Getty Images)[/caption]