Vine: la piattaforma video che fa guadagnare milioni

10 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Avere 16 anni e guadagnare 2 mila dollari cliccando un solo pulsante? Si, esiste anche questo e una delle ragazze in questione si chiama Lauren Giraldo.

Business Insider racconta infatti di come questa ragazza sia diventata una vera e propria stella di Vine, la piattaforma video di Twitter lanciata nel gennaio 2013, che permette di fare video di soli 6 secondi.

Giraldo ci ha messo poco tempo a diventare una stella, arrivando a 2,4 milioni di followers. Ovviamente poi, c’è chi ci ha buttato un occhio, come diversi sponsor che hanno fiutato l’affare, offrendo così soldi alla ragazza in cambio della promozione dei propri prodotti. Ecco quindi che il gioco era fatto.

Ma non si tratta certamente di un caso isolato, Cody e Marcus Johns infatti non sono molto più anziani di Giraldo e, anche loro, stanno facendo un sacco di soldi su Vine. Cody, 24 anni, aspirante attore a Los Angeles, ha lavorato ad una campagna pubblicitaria che gli ha permesso di pagare tutte le sue tasse universitarie.
Con 1,6 milioni di followers, non è però più popolare del fratello Marcus che ne ha più di 4 milioni e che a 20 anni ha deciso di abbandonare gli studi per concentrarsi interamente su Vine.

Come si fa però a diventare una star di Vine e a catturare l’attenzione degli sponsor? I ragazzi provano a spiegarlo, raccontando come per loro era iniziato tutto come un gioco: “Quando l’ho scaricato, per i primi 10 giorni caricavo video e improvvisamente mi sono ritrovato con mille followers. È tantissimo se si pensa che con Instagram non li avevo in un anno”, ha dichiarato uno dei due fratelli.

Per Girlado invece è andata diversamente: “All’inizio solo i miei amici guardavano i miei video. Improvvisamente però, dal momento in cui Twitter ha creato l’opzione re-vine, che permette di condividere il video con chi si vuole, ho avuto un vero e proprio boom. In una sola notte 10mila followers in più. Quando poi sono andata in crociera con i miei genitori, al ritorno avevo 30 mila followers. Mi sono sentita veramente confusa”.

Ma se per Giraldo i video sono come un divertimento, come qualcosa che viene spontaneamente, per i fratelli Johns si tratta più di un vero e proprio lavoro: “Abbiamo iniziato intenzionalmente, cercando di metterci in mostra. Lo scopo era quello di diventare popolari ed era più facile farlo con Vine, che era appena nato, che con Youtube dove era già pieno di persone famose”.

“Il segreto sta tutto nel riuscire ad entrare nella ‘popular page‘” conclude Marcus, “una volta che riesci ad entrarci -la popular page mostra quali sono i video che hanno ricevuto più Likes per minuto- il gioco è fatto”, e per Marcus ci sono volute solamente tre settimane, prima del vero e proprio boom.