Viessmann Italia, attesa crescita boom per il 2021

16 Dicembre 2021, di Mariangela Tessa

Viessmann Italia, produttore di soluzioni per il riscaldamento, la climatizzazione e il fotovoltaico per tutti gli spazi abitativi, porta a consolidamento i propri risultati finanziari, con prestazioni decisamente positive.
L’azienda, infatti indica una proiezione al 31 dicembre di circa € 300 milioni di fatturato contro i € 177 milioni dello stesso periodo 2020, con una crescita di oltre il 70% rispetto all’anno precedente.

In Italia, a contribuire a questi ottimi risultati sono state anche le agevolazioni fiscali attuate dal Governo, che hanno dato nuova linfa a tutto il settore dell’edilizia e delle opere di efficientamento energetico nel nostro Paese. Bonus casa, Ecobonus e Superbonus hanno consentito alle famiglie italiane di investire nell’efficienza energetica rinnovando gli impianti di riscaldamento e climatizzazione in abitazioni singole, sia prime che seconde case, così come di condomini.

In una biennio 2020/2021 difficile sia per la pandemia, sia per una richiesta eccezionale di materiali che spesso è complesso reperire, l’azienda – si legge in un comunicato – si è adoperata al meglio per risolvere questa delicata situazione, rimanendo al fianco dei propri clienti installatori e partner commerciali in un atteggiamento di massima trasparenza, in linea con i valori del gruppo.

Nonostante le difficoltà, il gruppo continua – prosegue la nota – continua a investire nella ricerca di soluzioni innovative, in grado di assicurare benessere e drastica riduzione dell’impatto sull’ambiente.

Come ha ribadito Max Viessmann, CEO del Gruppo dal 2022, nel suo recente intervento alla COP26 di Glasgow, la mission dell’azienda ieri come oggi è di contribuire, con le proprie soluzioni tecnologiche, a plasmare gli spazi abitativi delle generazioni future.

La riqualificazione energetica degli edifici può dare un contributo enorme in termini di riduzione delle emissioni di CO2 e Viessmann si pone come protagonista della transizione energetica, promuovendo soluzioni innovative e il passaggio a fonti di energia sostenibili. Proprio in occasione di COP26 ha annunciato la prima serie di caldaie a condensazione con funzionamento esclusivamente a idrogeno: sebbene si tratti ancora di prototipi, queste soluzioni ci offrono già la prospettiva di un futuro a emissioni zero.