VIA A WALL STREET II: C’E’ ANCHE IL GUFO ROUBINI

8 Settembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Inizieranno questa settimana a New York le riprese di Wall Street 2, il sequel del film cult che raccontò gli eccessi della finanza anni ’80, e il regista Oliver Stone ha offerto una parte anche all’economista ex bocconiano Nouriel Roubini. Il film, dal titolo di lavorazione “Wall Street 2:Money Never Sleeps, affronterà la crisi di Wall Street e le speculazioni che hanno portato al terremoto di fine 2008.

Hai approfittato del rialzo di +55% dello S&P500 da marzo ad agosto? Ora per continuare a guadagnare, abbonati a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca su INSIDER

Il cast non include solo volti hollywoodiani ma anche quelli dell’apparato mediatico e culturale che circonda l’epicentro della finanza mondiale. All’economista Roubini, professore alla Stern School of Business della New York University e diventato famoso per essere stato il primo a prevedere la crisi, Stone ha proposto di interpretare un gestore di hedge-fund. Ma l’economista di origini turche, che è stato tra i principali consulenti di Stone nella preparazione del film, ha suggerito al regista di focalizzarsi più sul comportamento sconsiderato della grandi banche che sugli “squali” di Wall Street, come avveniva nel primo film.

“In questa crisi finanziaria sono state le banche tradizionali e le banche d’investimento ad aver avuto un ruolo maggiore nel fare cose stupide molto più che gli hedge fund”, ha detto Roubini. Il film, come il precedente, ruota attorno alla figura di Gordon Gekko, un finanziere spietato che incarna il lato più oscuro del capitalismo, un ruolo che valse l’oscar a Michael Douglas nel 1987 e che l’attore è tornato con entusiasmo ad interpretare 20 anni dopo.

La pellicola si apre con Gekko che torna in libertà dopo aver trascorso alcuni anni in prigione per insider trading. Shia La Boeuf, l’attore di Transformers, è un giovane broker di Wall Street fidanzato con la figlia di Gekko, che si trova a chiedere il suo aiuto proprio nel momento in cui la peggior crisi finanziaria dagli anni ’30 sta per scoppiare. Stone ha voluto che i suoi attori toccassero con mano la realtà di Wall Street e si immergessero nel mondo della finanza.

Come ha raccontato al New York Times, una sera ha portato LaBeouf ad una festa organizzata propriO da Roubini al Maritime Hotel a Chelsea, per discutere della crisi insieme all’economista e ad un gruppo di manager di hedge fund clienti di Rge Monitor, la società di consulenza di Roubini.

Inoltre, il regista ha voluto che Michael Douglas incontrasse Samuel D.Waksal, fondatore della società biofarmaceutica ImClone Systems, che ha trascorso cinque anni in prigione per frode sull’azionario. Il cast comprende Josh Brolin, nel ruolo del capo di una grande banca d’affari, Frank Langella, Susan Sarandon e anche un cameo di Charlie Sheen, che nel primo film interpretava Bud Fox, il giovane trader preso sotto la sua ala da Gekko. L’uscita del film è prevista ad aprile negli Stati Uniti.