Vaccino Covid: Von der Leyen, “da aprile fino a 50 milioni di dosi per l’Europa”

28 Ottobre 2020, di Alberto Battaglia

Vaccino Covid: Von der Leyen, “da aprile fino a 50 milioni di dosi per l’Europa”

L’Unione europea ha sottoscritto contratti per garantire una copertura di dosi del vaccino anti-Covid pari a un massimo di 1,2 miliardi di dosi entro fine 2021. E’ quanto ha affermato in conferenza stampa la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen:

“Nel miglior scenario possibile, gli accordi per l’acquisto anticipato dei vaccini contro il coronavirus che abbiamo con le società farmaceutiche prevedono un range tra i 20-50 milioni di dosi consegnate ogni mese, da quando le prime società saranno pronte”, ha detto von der Leyen, aggiungendo che le prime dosi dovrebbero arrivare ad aprile.

“Se tutti i candidati che abbiamo per la produzione dei vaccini avessero successo, nel 2021 avremo 1 miliardo e 220 milioni di vaccini. Ma anche se tutti i candidati non dovessero riuscire, potremo vaccinare 700milioni di persone”, ha affermato la presidente dell’esecutivo Ue.

 

Vaccino, la situazione del contagio secondo von der Leyen

“La situazione del Covid-19 è molto grave. Dobbiamo intensificare la nostra risposta dell’Ue”, ha dichiarato la presidente della Commissione europea, “oggi stiamo lanciando ulteriori misure nella nostra lotta contro il virus; dall’aumento dell’accesso a test rapidi alla preparazione di campagne di vaccinazione”.

“Solo la scorsa settimana, il numero totale di casi confermati di Covid-19 in Europa è stato di 1,1 milioni”, ha affermato la presidente commentando i numeri in costante ascesa, “possiamo aspettarci che questi numeri aumentino ulteriormente nelle prossime due o tre settimane”.

Sarà un Natale diverso” ha chiarito von der Leyen, “dipende molto dai nostri comportamenti individuali, dipende molto anche dal comportamento regionale, e a livello degli stati membri ed europeo. Da tutti questi comportamenti dipendono le prossime settimane, ma il Natale di quest’anno non sarà come al solito”.

“Invito gli Stati membri a collaborare. Misure coraggiose intraprese ora aiuteranno a salvare vite umane. Nessuno Stato membro uscirà in sicurezza da questa pandemia fino a quando non lo faranno tutti assieme”, ha detto la presidente von der Leyen, “questa è la seconda ondata, nessun Paese è risparmiato”.