Unicredit vola in Borsa dopo le parole del ceo Orcel

22 Settembre 2022, di Gianmarco Carriol

Le azioni di UniCredit sono salite dopo che l’amministratore delegato Andrea Orcel ha affermato che l’istituto di credito è ben preparato ad affrontare le turbolenze economiche derivanti dall’invasione russa dell’Ucraina e raggiungere i propri obiettivi anche durante una recessione. Le azioni UniCredit oggi hanno chiuso in rialzo del 5,32%, a quota 11,25 euro. Parlando a una conferenza a Londra oggi, Orcel ha affermato che la banca aggiornerà sostanzialmente le linee guida per il 2022 nel terzo trimestre. UniCredit aveva già alzato le previsioni per l’anno a luglio, proiettando ricavi, esclusa la Russia, di almeno 16,7 miliardi di euro. Orcel si è anche detto ottimista per il prossimo anno “date le linee di difesa e lo slancio che abbiamo”. L’inflazione alle stelle sta costringendo la Bce ad aumentare i tassi di interesse e le banche europee hanno iniziato a guadagnare maggiori profitti dall’aumento dei tassi.

Analisi tecnica del titolo Unicredit

Apertura di sessione dirompente per il titolo, con il prezzo schizzato dalla zona di supporto a 10,50 euro. Le implicazioni di medio periodo della banca confermano la presenza di un trend rialzista; lo scenario a breve, invece, evidenzia un esaurimento della forza buyers al test della resistenza a 11,50 euro, con primo supporto a quota 11 euro. Dopo questo ultimo drive a rialzo, le attese sono per un  ritraccio del prezzo, con target possibile fino alla zona di supporto a quota 10,50 euro.

Gianmarco Carriol | Wall Street Italia