Un anno da dimenticare per i gestori

di Redazione Wall Street Italia
22 Dicembre 2014 15:47

NEW YORK (WSI) – Visto il rialzo dei bond e dell’azionario verrebbe da pensare che i money manager abbiano riscontrato un grande successo nel 2014: è vero l’esatto contrario.

I gestori di fondi non sono riusciti a battere il mercato e hanno vissuto un annus horribilis. Il peggiore degli ultimi decenni. Secondo i calcoli effettuati da Goldman Sachs solo il 15% dei fondi comuni ce l’ha fatta. E a fine anno la percentuale potrebbe essere anche inferiore.

Per fare un rapido confronto, due anni fa la percentuale di gestori ‘vittoriosi’ nella sfida speciale con il resto del mercato era pari al 35% e l’anno scorso aveva oltrepassato il 40%. Nel 2007 era superiore al 60% e nel 2009 al 55%.

L’85% dei gestori hanno fatto peggio del benchmark. È un numero molto alto. Inoltre anche chi ha ottenuto una buona performance non è affatto detto che riesca a ripetersi l’anno dopo e quello ancora successivo. La percentuale di fondi rimasta al top è infatti in costante calo.

Per quanto uno possa essere abile, sembra che analizzare e prevedere i dati sia diventato sembre più difficile. Trovare un gestore che batte il mercato per 4 anni in fila è come lanciare in aria una monetina 4 volte e avere sempre lo stesso risultato vincente.

(DaC)