Trump-Putin: incontro “segreto” al G20, Casa Bianca minimizza

19 Luglio 2017, di Mariangela Tessa

Dopo le indiscrezione delle ultime ore, è arrivata la conferma. Lo scorso 7 luglio, in occasione del G20 di Amburgo, dopo il primo incontro sotto i riflettori della stampa di tutto il mondo, Donald Trump e Vladimir Putin hanno avuto un secondo colloquio durato un’ora, molto più riservato.

La notizia rivelata Ian Bremmer, presidente dell’Eurasia Group, è stata poi ripresa dalla stampa americana, creando un nuovo caso sulle relazioni segrete tra Trump e Putin.

Insinuazioni che non sono andate giù alla Casa Bianca che ha diffuso un comunicato in cui si afferma che “non c’è stato nessun ‘secondo incontro’ tra Trump e Putin ma solo un breve colloquio al termine di una cena“. “L’insinuazione che la Casa Bianca abbia cercato di nascondere un secondo incontro è falsa – scrive Washington – malevola ed assurda”.

Secondo la ricostruzione fornita dalla Casa Bianca “tutti i leader” si sono intrattenuti tra di loro durante la cena e “il presidente Trump ha parlato con molti leader”. “Al termine della cena” ha parlato “brevemente” con Putin, che era seduto accanto a Melania Trump.

Diversa invece la ricostruzione di Bremmer, secondo cui Trump “a metà della cena” avrebbe lasciato il suo posto al tavolo per sedersi accanto a Putin e i due leader avrebbero quindi parlato da soli, con accanto solo l’interprete ufficiale del Cremlino per “circa un’ora”.

Inoltre, i giornalisti americani che hanno seguito i lavori del G20 avrebbero notato che le auto di Putin e Trump sono state tra le ultime a lasciare il luogo della cena. Fonti europee hanno minimizzato le rivelazioni affermando che non è insolito per i leader “ritirarsi in un angolo” per un colloquio a due durante questo tipo di cene ufficiali.