Trump, alle 20 discorso alla nazione, fonti: “Verrà dichiarato lo stato di emergenza”

13 Marzo 2020, di Alberto Battaglia

Alle ore 3 del pomeriggio (alle 20 italiane) il presidente degli Stati Uniti parlerà alla nazione e, secondo quanto riferiscono due fonti a contatto con la Casa Bianca a Bloomberg e una terza fonte alla Nbc, dichiarerà lo stato di emergenza. Una decisione che permetterà ai vari stati di ricevere un supporto finanziario più consistente da parte del governo federale, in vista della battaglia che il Paese si appresta a combattere contro la diffusione del coronavirus.

Dopo una prima fase in cui Donald Trump aveva apertamente sminuito la severità della minaccia posta dal Covid-19, l’amministrazione ha provveduto a misure drastiche come la sospensione dei viaggi aerei fra America e l’Area Schengen.

Stafford Act, la legge per le catastrofi naturali

Le opposizioni hanno richiesto a Trump di invocare lo Stafford Act, una legge che predispone il sostegno federale a beneficio degli stati e che sbloccherebbe 42 miliardi dollari dal fondo dedicato ai disastri naturali ed “eventi catastrofici”, il Disaster Relief Fund.
L’ultima occasione in cui lo Stafford Act è stato chiamato in causa per ragioni sanitarie si presentò nel 2000, quando il presidente Clinton intervenne contro il West Nile virus diffusosi per mezzo delle zanzare nel New Jersey e nello stato di New York.

Fino a poche ore fa il presidente Trump si era dichiarato restio a dichiarare lo stato di emergenza previsto da questa legge: “Se ci sarà bisogno di fare qualcosa, lo farò. Ho il diritto di fare molte cose che la gente nemmeno sa” aveva detto giovedì durante un incontro con la stampa presso lo Studio ovale della Casa Bianca.

Una lettera inviata dai senatori democratici a Trump durante questa settimana aveva sostenuto che attivare questa dichiarazione di emergenza consentirebbe agli stati di richiedere un contributo del 75% sulle spese sostenute per far fronte all’emergenza.

Nel frattempo, sul fronte economico, il segretario del Tesoro, Steven Mnuchin, ha affermato che “Il presidente è assolutamente a favore” di un piano di aiuti economici a favore dell’economia e che “sarà uno sforzo che vedrà l’intero governo lavorare con Camera e Senato”, ha detto a Cnbc aggiungendo che il pacchetto di misure economiche sarà presto approvato.