Tre colossi bancari accusati di manipolare prezzi dell’argento

28 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

LONDRA (WSI) – Deutsche Bank, Bank of Nova Scotia e HSBC sono accusate di aver manipolato i prezzi dell’argento sui mercati finanziari.

In quello che è solo l’ultimo scandalo di una lunga serie nello stesso ambito, gli Stati Uniti hanno messo sotto accusa le tre banche.

Gli istituti sono sospettati di aver modificato il prezzo giornaliero del metallo prezioso un po’ come quanto aveva fatto Barclays per l’oro. Allora il colosso britannico del credito era stato multato di 26 milioni di sterline.

Un investitore ha intentato causa a New York questa settimana, sostenendo che le banche hanno illegalmente manipolato il prezzo del metallo e dei suoi derivati con l’obiettivo di “ottenere profitti gonfiati e illegittimi”.