Tornano a salire gli stipendi dei manager di Wall Street

10 Maggio 2018, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – La crisi economica sembra essere passata e lo si intuisce da quanto guadagnano i manager di Wall Street.

I capi-azienda delle maggiori società americane hanno guadagnato in media 12,1 milioni di dollari nel 2017, un nuovo massimo nell’era post-recessione. Lo scrive il Wall Street Journal sulla base dei dati di MyLogIQ, secondo la quale gli aumenti medi dei compensi sono stati del 9,7%. I CEO di aziende farmaceutiche, mediatiche, tecnologiche e finanziarie hanno dominato la classifica, conquistando 16 dei 25 migliori posti.

Il titolo di CEO più pagato tra le maggiori aziende statunitensi va al dirigente di Broadcom Hock Tan, che nel 2017 ha guadagnato 103,2 milioni di dollari. Tan è seguito da Les Moonves, CEO di CBS (69,3 milioni di dollari), e al terzo posto da W. Nicholas Harvey, CEO di Transdigm’s, produttore di componenti per l’industria aerospaziale (6 milioni di dollari).

Fra gli amministratori meno pagati con meno di 5 milioni di dollari l’anno, troviamo Warren Buffett, con 100mila dollari in calo del 79,5% rispetto ai 488mila dollari, Jeff Bezos di Amazon che ha ricevuto 1,7 milioni di dollari e Larry Page, l’ad di Google che ha incassato 1 milione di dollari nel 2017 come l’anno precedente.Secondo il WSJ, i CEO hanno ricevuto aumenti del 9,7% rispetto all’anno scorso, mentre la retribuzione oraria media di tutti i lavoratori statunitensi, invece, è aumentata del 2,9%.