Thiel, miliardario Silicon Valley, scommette centinaia di milioni nella criptovaluta

3 Gennaio 2018, di Livia Liberatore

Pochi investitori tradizionali hanno acquistato somme ingenti di Bitcoin, spaventati dalle preoccupazioni per la sicurezza informatica e la liquidità. Peter Thiel fa eccezione. L’imprenditore, co-fondatore di PayPal e uno dei massimi esponenti della Silicon Valley, avrebbe acquistato, tramite Founders Fund, tra i 15 e i 20 milioni in Bitcoin, per un valore che oggi, dopo la forte crescita di Bitcoin nell’ultimo anno, è pari a centinaia di milioni di dollari.

Le indiscrezioni arrivano dal Wall Street Journal, che cita fonti vicine alla questione, e hanno permesso al Bitcoin di tornare sopra i 15 mila dollari. Founders Fund, la società di venture capital confondata da Thiel, una delle persone più ricche al mondo, avrebbe dunque accumulato centinaia di milioni di fondi nella criptovaluta. La società avrebbe iniziato a comprare Bitcoin prima del recente periodo di grossa volatilità. Non è chiaro se l’azienda abbia venduto una di queste posizioni.

Peter Thiel è uno dei nomi più noti della Silicon Valley, gestisce un fondo da tre miliardi di dollari con partecipazioni in oltre cento società, fra cui Facebook e AirBnB. Thiel è anche consulente tecnologico del presidente Usa Donald Trump. La decisione di acquistare bitcoin è stata presa da Thiel insieme agli altri partner di Founders Fund. L’investimento è stimato la parte più preziosa di un nuovo fondo da 1,3 miliardi di dollari.

In seguito alla diffusione delle indiscrezioni stampa, il prezzo del Bitcoin è tornato sopra quota 15 mila dollari e ora l’analista Naeem Aslam di Thinkmarkets ritiene che, per lo meno dal punto di vista tecnico, il livello sia una resistenza importante che apre la strada a ulteriori rialzi anche fino a 20 mila dollari (purché non venga nuovamente violata al ribasso la soglia di $15 mila).

Thiel non ha mai nascosto la sua fiducia nella criptovaluta e in una conferenza tenuta a fine ottobre in Arabia Saudita aveva paragonato il Bitcoin all’oro e sostenuto che il Bitcoin, al contrario delle altre criptovalute verso cui Thiel si dice scettico, fosse sottostimato. Profezia avveratasi con il rapido aumento di valore di Bitcoin iniziato a novembre. Secondo Thiel, però, il Bitcoin non dovrebbe essere usato come moneta per i pagamenti bensì come riserva di valore.