Tesla inarrestabile, titolo sfonda $900. Per Musk rappresenta “assegno” da $ 500 milioni al giorno

5 Febbraio 2020, di Mariangela Tessa

Continua inarrestabile la corsa di Tesla Motors che ieri, durante le contrattazioni di Wall Street, ha sfondato quota 900 dollari, ripiegando nel finale a 887,06 (+13%).

Un balzo in avanti che si somma a quello altrettanto vigoroso di lunedì quando le azioni della società di Elon Musk hanno chiuso le contrattazioni lunedì con un balzo del 19,89%, arrivando a quota 780 dollari. Migliore seduta dal maggio 2013. Negli ultimi tre mesi il titolo ha raddoppiato il suo valore (+220% negli ultimi sei mesi). L’ultima ondata di acquisti è stata alimentare da una trimestrale sopra le attese. 

A dare linfa al titolo del big californiano della auto elettriche sono inoltre alcune indicazioni positive giunte dagli analisti, la vigilia, che continuano a supportare le azioni. In particolare, Argus Research ha indicato il giudizio “buy” rivedendo al rialzo il target sul prezzo da 556 dollari a 808.

A ciò si aggiunge il giudizio degli esperti di ARK, che hanno detto di aspettarsi che l’azione tocchi niente meno che quota 7.000 dollari nel 2024. Ma non solo. Per ARK – che prende in considerazione margini lordi ed efficienza nell’allocamento del capitale e dà per scontato il passaggio definitivo alla guida autonoma – il titolo potrebbe toccare 15.000 dollari nel caso più ottimista.

Nel frattempo, venditori allo scoperto che scommettono sull’azione Tesla hanno perso oltre 8 miliardi di dollari secondo le rilevazioni di S3 Partners.

Per Elon Musk guadagni da record

Della corsa senza sosta di Tesla ne beneficia Elon Musk, che ha guadagnato oltre 17 miliardi di dollari da inizio anno grazie al rally del titolo della società di auto elettriche, più di qualsiasi altro miliardario al mondo. Per rendere maggiormente l’idea, è come se il Ceo del produttore di veicoli elettrici californiano avesse guadagnato 500 milioni di dollari al giorno, o 20 milioni di dollari ogni ora, dallo scorso primo gennaio.

Ciononostante, Musk, che detiene circa il 19% dei titoli, o quasi 34,1 milioni di azioni Tesla, e ha un patrimonio personale pari a oltre 40 miliardi di dollari, deve comunque recuperare circa 80 miliardi di dollari al patron di Amazon, Jeff Bezos. Per consentire a Musk di diventare l’uomo piu’ ricco al mondo e spodestare Bezos, che ha un patrimonio personale pari a circa 125 miliardi di dollari, il titolo Tesla dovrebbe toccare quota 3.665 dollari.