Telepass lancia una collezione esclusiva di NFT

30 Luglio 2022, di Gianmarco Carriol

Telepass comunica il proprio ingresso all’interno del mondo blockchain, lanciando una collezione NFT composta da mille opere digitali uniche all’interno della blockchain di Ethereum.
Gli NFT Avranno la funzione di membership e consentiranno ai possessori di accedere a specifici vantaggi. Il primo lancio prevedrà cinque macro-categorie di NFT: carburante, ricarica elettrica, skipass, lavaggio auto e sharing mobility. Presto sarà disponibile online un portale dedicato dove gli utenti potranno registrarsi e, successivamente, procedere all’acquisto degli NFT.

Le caratteristiche degli NFT di Telepass

Questo progetto segna l’ingresso di Telepass nel Web3 (Web Decentralizzato), che consentirà una decentralizzazione dei pagamenti e crea un ponte tra la vita reale e il multiverso digitale con la possibilità, per i possessori degli NFT Telepass, di usufruire dei molteplici servizi e cash back sui servizi di mobilità pagati con le soluzioni Telepass oggi esclusivamente offerti dall’azienda nel solo mondo “reale”.

La particolarità degli NFT, infatti, prevede che i loro possessori non acquisteranno semplicemente un’opera d’arte digitale, ma potranno anche entrare all’interno di un nuovo programma di membership di Telepass, attraverso il quale potranno accedere a scontistiche dedicate e usufruibili attraverso l’app, come dei veri e propri voucher, ottenendo così il diritto d iniziative studiate dalla società per i titolari degli NFT, con beneficianche esterni all’ecosistema Telepass. Alternativamente, gli NFT di Telepass potranno essere usati come strumenti di investimento (collectibles) ed essere rivenduti, in futuro, all’interno dei marketplace, comeOpenSea e Rarible. Gabriele Benedetto, amministratore delegato di Telepass, ha commentato:

“Gli NFT aprono la possibilità di rivoluzionare il concetto di loyalty nella mobilità permettendo agli operatori di questo settore sia di condividere i propri utenti sia, al contempo, di risolvere i relativi problemi di privacy. In prospettiva, inoltre, potrebbe essere creato un ponte tra la mobilità reale e quella del Metaverso, oltre il Web3. Siamo la più grande community italiana di persone in mobilità, con 4 milioni di clienti già completamente digitalizzati e che dal 1990 gestisce oltre 1.5 miliardi di transazioni di micropagamenti. Siamo quindi l’azienda perfetta per customer base e capacità di beta testing per un progetto innovativo come questo, che vogliamo rendere aperto a tutti gli operatori della mobilità