trend Mutui

trend immagine a corredo

Mutui

Il mutuo è un’obbligazione definita nell’articolo 1813 del Codice Civile come un contratto con il quale una parte, mutuante, consegna all’altra, il mutuatario, una determinata quantità di denaro o di altre cose fungibili mentre l’altra si obbliga a restituire altrettante cose della stessa specie e qualità.
Il termine “mutuo”, in realtà, viene utilizzato in ambito giuridico per definire un prestito di qualsiasi entità. Il debito contratto, in sostanza, consente il trasferimento di un quantitativo di denaro da un soggetto a un altro, affinché quest’ultimo possa soddisfare una necessità.
Il mutuatario diventa proprietario dei soldi di cui ha beneficiato ma dovrà restituire l’intera somma più gli interessi, i quali rappresentano il costo associato al servizio reso e sono direttamente proporzionali alla consistenza e alla durata del mutuo stesso.

Nel linguaggio comune con “mutuo” si sottintende il mutuo immobiliare, al quale si ricorre per ottenere la quota di denaro necessaria per acquistare o costruire un immobile.
La sottoscrizione del contratto di compravendita avviene in presenza di acquirente, venditore, funzionario della banca cui ci si è rivolti per il mutuo e notaio. In questa sede vengono prodotti due atti: il rogito, con il quale viene trasferita la proprietà dell’immobile, e l’atto di mutuo fra banca e acquirente, con il relativo piano di ammortamento.
Il mercato dei mutui propende sensibilmente a favore delle banche mutuanti, l’offerta viene presentata in maniera unilaterale e non lascia margini di negoziazione del piano.
La figura che svolge attività di intermediazione tra le banche e il cliente è il mediatore creditizio.

immagine di corredo

Tutti gli articoli

Mutui più leggeri: con taglio tassi Bce risparmi fino a 708 euro all’anno

Le simulazioni sono state fatte dall’ufficio studi di Telemutuo.it in attesa della prossima riunione di politica monetaria della Bce.

Mutui: nel 2025 rata variabile giù di 60 euro, con il fisso già si risparmia il doppio

Lo ha calcolato l’Osservatorio di MutuiOnline.it che fa notare come in Italia, nel primo quadrimestre del 2024, la quasi totalità delle richieste di mutui, sono state per quelle a tasso fisso. Questo per via della differenza di ben 184 punti base tra i tassi medi fissi (3,11%) e variabili (4,95%).

Monito della BCE alle banche: più prudenza nell’erogazione mutui

La raccomandazione arriva dopo che un sondaggio condotto tra alcune banche del Vecchio Continente ha messo in evidenza la scarsità di dati sulla capacità di rimborso dei debitori, garanzie e certificazioni energetiche

Tassi di interesse, in che modo influiscono sulla rata dei mutui?

La Bce ha optato per la quinta volta consecutiva per il mantenimento dei tre tassi d’interesse di riferimento agli attuali livelli record. Cosa significa per i mutui?

Mutui: tassi iniziano a scendere, meglio fisso o variabile?

Dopo due anni di aumenti costanti seguiti alle decisioni di politica monetaria della Bce, i tassi di interesse sui mutui iniziano a scendere. È il momento giusto per comprare casa?

Abi: tassi mutui in discesa a marzo, ma aumentano le sofferenze

Nuovi segnali di raffreddamento del costo del denaro: il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni è sceso sotto il 4%

Mutui: tassi giù al 4,38% gennaio. Codacons: “bene ma rate ancora pesanti”

Nonostante il calo rilevato da Bankitalia, per l’associazione dei consumatori, a gennaio rata mensile più pesante fino a +454 euro rispetto al 2021